Utente 248XXX
Salve,
il mio ragazzo giovedì scorso è stato sottoposto a scleroembolizzazione, ma c'è stata una complicazione -a detta dei medici possibile solo nel 5% dei casi- per cui ha avuto un'infezione, con conseguenti dolori e febbre. Allora gli sono state prescritte punture di pennicillina e nimedex per 4 gg. All'inizio sembrava che qualche miglioramento ci fosse, ma oggi, che è l'ultimo giorno di cura, la febbre è ritornata e si sentono ancor di più i dolori e il gonfiore al testicolo, con senso di calore e arrossamento. E' normale tutto ciò? E perchè la febbre che era andata via adesso è ritornata? Cosa ci consiglia di fare? Cambiare medico?
Attendiamo con ansia una Vostra risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
dopo qualsiasi manovra di questo tipo si può avere una infiammazione del testicolo (presuppongo sia quella la causa) e sono necessarie terapie anche più lunghe e reiterate prima di risolvere del tutto il problema, eventualmetne potrebbe essere utile un esame ecografico per chiarire meglio la situazione.
Il consiglio è quello di continuare a seguire le indicazioni date dal centro dove ha eseguito l'intervento.
[#2] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la prontezza e precisione.
La terremo informata di ulteriori novità, sperando siano positive.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Ok! Prego.