Utente 204XXX
Salve,
in questo periodo dell'anno soffro sempre di rinite allergiche che alla fine di aprile si acutizza particolarmente. Quest'anno mi sono finalmente decisa a fare le prove allergiche che ho già prenotato in ospedale. Ho chiesto se dovessi assumere precauzioni prima di recarmici e mi hanno detto che non devo prenderne nessuna. Tuttavia, avevo sentito tempo fa parlando con una persona che soffre del mio stesso disturbo che bisogna sospendere l'antistaminico non so quanti giorni prima ed eventualmente il cortisone.
E' vero? Io attualmente seguo una terapia (se così si può definire) che consiste in una compressa di antistaminico (aerius 5 mg) tutte le mattine e due gocce di uno spray nasale (rinelon) che dovrebbe essere a base di cortisone, inoltre quando sto proprio male prendo una compressa di bentelan 1 mg (nel qual caso invece di rinelon prendo un altro spray nasale, rinogutt). Non è una vera e propria terapia e ho prenotato le prove allergiche e la visita dall'allergologo proprio per iniziarne una sistematica.
Vorrei pertanto sapere se è vero che devo interrompere l'assunzione di questi medicinali prima delle prove allergiche e se sì, quanti giorni prima devo interrompere.
La ringrazio per la disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
per l'esecuzione dei prick test è necessario sospendere l'antistaminico alcuni giorni prima. Anche a questo proposito potrebbe trovare utile la lettura del minforma relativo alla "preparazione" alla visita allergologica: http://www.medicitalia.it/minforma/allergologia-e-immunologia/1092-prepararsi-visita-allergologica.html
Saluti,