Utente 248XXX
Gentili dottori, ho già chiesto un consulto in infettivologia (http://www.medicitalia.it/consulti/Malattie-infettive/278079/Mamma-preoccupata-streptococco-antibiotico-e-dolori) , ma spero che possiate aiutarmi anche in questa sezione.
Mia figlia non sta bene da un mese e mezzo, ha avuto il raffreddore e anche lo streptococco beta emolitico di gruppo A. Ora lamenta soprattutto come un nodo alla gola, poi ha tosse quasi continua e talvolta difficoltà a respirare. Può trattarsi di allergia? Anche la sensazione che lamenta alla gola e che le impedisce di mangiare? Spero possiate aiutarmi, mia figlia sta molto male anche psicologicamente.

Grazie in anticipo,

Maria.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile signora,
l'asma bronchiale deve essere sempre considerato nella diagnosi differenziale quando un soggetto presenta tosse e difficoltà respiratoria; non è possibile pertanto escludere sulla base dei pochi elementi a disposizione (e soprattutto senza visitare la ragazza) l'esordio di una forma di asma (che spesso si manifesta in seguito ad un'infezione virale delle vie respiratorie).
Ritengo doveroso sottolineare come la difficoltà respiratoria rappresenti una condizione che pone indicazione alla valutazione medica urgente anche attraverso i servizi di Guardia Medica o Pronto Soccorso.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottor Marchi, la ringrazio per la risposta.Mia figlia è stata visitata oggi dall'allergologo che ha escluso una forma allergica. Le ha trovato però la candida in bocca e le ha prescritto daktarin oral gel, un misurino due volte al giorno. Più dei fermetti lattici (reuflor).
Potrebbe darmi delle delucidazioni in merito a qualche piccolo dubbio?
1) Sul foglietto illustrativo c'è scritto mezzo misurino 4 volte al giorno, invece il dottore ha prescritto 1 misurino due volte al giorno, va bene uguale? Deve inghiottirlo, vero?
2) Mia figlia prende qualche goccia di EN per aiutarsi a stare più serena, può continuare a prenderle nonostante la curetta?
3) Ma se la candidosi si fosse estesa, potrebbe provocarle quel famoso nodo in gola che tanto la sta facendo soffrire?

Spero possa aiutarmi ancora,
Cordialmente.

Maria.


Ps le chiedo scusa, vorrei chiederle un'altra cosa che abbiamo scordato di chiedere oggi al dottore. La ragazza lamenta un po' di acidità di stomaco - lieve reflusso (sensazione oggettiva), questa cura non peggiora la situazione, vero?
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
1) Se la prescrizione è quella, faccia come ha detto il collega; non c'è molta differenza. Il gel deve essere tenuto in bocca (anche gargarizzando, se è in grado) più che può; infine deglutito.
2) Non mi risulta che possano esserci interazioni tra i due farmaci.
3) Se ha una candidosi orale, è possibile che sia estesa anche a sedi più profonde.
Ps. Improbabile, ma non si può escludere.
Saluti,