Utente 249XXX
Buonasera, ho posto già il quesito in un altra sezione e mi è stato consigliato di riproporla in questa poichè più indicata.

Da circa due anni ho linfonodi inguinali reattivi, no febbre.
eseguite le seguenti analisi : hiv, hbv, hcv, epv, citomegalovirus, emocromo, ves, pcr. tutte negative.

eseguita biopsia su uno di questi poichè colliquato, risultata negativa (non so se l'esame istologico effettui anche un indagine per altre patologie infettive e/o batteriche infiammatorie o solo neoplasie)

vorrei venirne a capo, poichè i suddetti linfonodi mi danno molto fastidio e mi impediscono di fare sport, oltre che vorrei non aver problemi per avere un figlio con mia moglie..

uno specializzando in andrologia (o urologia?) mi ha consigliato di effettuare esami tipo clamidia ureoplasma, e cose simili. possono causare linfonodi inguinali gonfi. siete dello stesso avviso? se si, quali altri esami aggiungereste?

grazie in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Tantissime possono essere le cause di una reazione linfonodale e poi i linfonodi possono restare ingrossati per periodi anche molto lunghi

http://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html

Avendo già approfondito
>>>eseguite le seguenti analisi : hiv, hbv, hcv, epv, citomegalovirus, emocromo, ves, pcr. tutte negative.>>

non farei nient'altro dopo aver seguito il suggerimento dell'urologo.

Ovviamente se sono sintomatici
>>mi danno molto fastidio e mi impediscono di fare sport,>> farei prima di tutto il punto della situazione tramite una visita EMATOLOGICA e mi farei consigliare sul da farsi.

Nella mia esperienza spesso determinante è la componente psicologica .

Legga

http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.html