Utente 249XXX
Gentili dottori, salve! Sono una ragazza di 22 anni, affetta da alopecia (si presuppone "androgenetica") da ben otto anni. All'età di 14 anni iniziai una dieta, prescritta da una dietologa. Questa dieta prevedeva un apporto calorico giornaliero di 1200 kcal. Eliminai pesce e verdure, riducendo drasticamente il numero di calorie. Dopo un anno persi 40 kg e li ripresi con gli interessi. Iniziarono anni di diete "yo-yo", ritrovavo la spazzola piena di capelli e il diradamento cominciava a notarsi. Avevo tralasciato questo problema, conducendo per anni uno stile alimentare sregolato. Cinque mesi fa andai per la prima volta da una tricologa. Le feci chiaro il quadro della situazione: nonno materno affetto da alopecia androgenetica, così come i miei genitori. Sono fumatrice e nuovamente sovrappeso. La mia alimentazione continua a essere sregolata. I capelli, in un anno sono cresciuti solamente di 4 cm, mentre prima ricrescevano velocemente e li portavo lunghi. Se anni addietro perdevo moltissimi capelli e il diradamento avanzava lentamente, adesso ne perdo pochissimi ma il cuoio capelluto si sta diradando a vista d'occhio. La tricologa effettuò una videodermoscopia: la mia capigliatura era dimezzata e trovò tantissimi follicoli atrofizzati. Oltre a questo, mi fece notare una chiazza scura dietro il collo e mi disse che era causata da un alto tasso di insulino-resistenza, sempre dovuta all'obesità. Mi prescrisse minoxidil al 2% e integratori a base di acido folico e di rodiola rosea (per lo stress). Terminò la visita ribadendo che il problema dei capelli si sarebbe risolto con la perdita dei kg in eccesso e che il continuo diradamento era causato da estrogeni prodotti dal grasso (senza specificare se la mia caduta fosse già di natura ereditaria). Il minoxidil non sortì nessun effetto, nè caduta indotta nè ricrescita. Ho interrotto la cura e, una settimana fa, ho anche scoperto di avere l'ovaio policistico. Quello che vorrei chiedervi è: è possibile che nessun medico riesca a capire per quale motivo la ricrescita dei miei capelli sia quasi inesistente e perchè il diradamento stia avanzando così velocemente? Essendo già stata sottoposta a videodermoscopia, quali esami e controlli più specifici dovrei fare per risalire alla causa di tutto? Confidando nelle vostre competenze vi ringrazio anticipatamente per le risposte.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
penso che sia necessaria una,purtroppo, ulteriore ma accurata visita dermotricologica per effettuare una diagnostica sia a livello di test clinici, che laboratoristici e ematochimici. Sicuramente interessante la nota riguardo all'ovaio policistico, che deve essere ulteriomente indagata.
E magari si possono fare test genetici, visto che vi è anche uno per quanto riguarda l'AGA femminile.
Certamente potrei dissentire su alcune affermazioni fatte da curanti precedenti e riportate nel suo post, ma abbisognamo di molti più elementi per definire il suo quadro , e quindi la terapia.
Ma , ripeto, si deve partire dalla visita.