Utente 249XXX
Salve! il 10 aprile,a causa di un incidente domestico,ho subito un intervento al pollice della mano sinistra avendo provocato una lesione al tendine estensore lungo 1. Ad oggi,mi hanno tolto i punti,mi è rimasta solo la stecca con relativa fasciatura..però ho ancora molte difficoltà nel piegare il pollice.Il movimento ke riesco a fare è davvero minimo e in più ho notato un inspessimento della pelle.Ogni tanto avverto delle piccole scosse e ho sempre una sensazione di intorpedimento.E' possibile ke il rametto nervoso sensitivo sia reciso o può essere stato solo danneggiato? E in qst ultimo caso si rimargina da solo? Quanto tempo dovrà passare affinchè possa riacquistare mobilità del pollice e la completa sensibilità? E' necessario fare della fisioterapia o procedere con lo scollamento? Ringrazio anticipatamente.Cordiali saluti,Vellen.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

complimenti per la chiarezza di idee e le domande pertinenti.

Potrebbe essere necessario, in seguito, un intervento di tenolisi per liberare il tendine dalle aderenza con la cute e i tessuti profondi qualora residuino impedimenti al suo normale scorrimento.

Questo, però, si valuterà solo nei prossimi mesi (almeno 6 mesi dall'intervento).
Nel frattempo, farà la fisioterapia (kinesi).

Per quanto attiene alle parestesie, ipoestesia e sensazione di corrente elettrica, certamente è rimasto coinvolto (dalla ferita originale o dall'intervento chirurgico, difficile dirlo) uno dei rami nervosi sensitivi del radiale.

Per ora è presto, ma in seguito andrà valutato un intervento esplorativo per vedere che tipo di danno c'è: i nervi in genere non si riparano spontaneamente, a meno che non siano stati solo "contusi".

Buona giornata.