Utente 249XXX
Sono la stessa cosa? Hanno le stesse caratteristiche terapeutiche? Tra pastiglie o soluzioni liquide c'è differenza in termini di effetti?

Mi interessa soprattutto l'effetto rispetto alla produzione di sperma ed al contributo rispetto alla funzione erettile.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

l'arginina è un aminoacido e la l arginina è un suo enantiomero, cioè una sua formula-immagine speculare, mentre la Bioarginina è il nome commerciale della l arginina e quindi in sostanza sono la stessa cosa.

Come avrà già capito poca o nessuna differenza sostanziale, nella loro azione farmacologica, possiamo indicarle tra le due arginine da lei indicate e tra le formulazioni (pastiglie, sostanze liquide od altro) messe in commercio.

Cordiali saluti.

[#2] dopo  
Utente 249XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno Dott.,

avevo posto questa domanda perché circa 3 anni fa avevo effettuato un paio di esami sul liquido seminale e, anche se i valori erano in generale nella norma, mi era stata diagnosticata:
- in un caso, lieve astenospermia lieve bradicinesia e lieve aumento della viscosità
- nell'altro, spermatozoi (credo?) vivamente mobili (a 2 ore) al 30% quindi sotto il limite che era segnato a 50.

Non ricordo bene la sequenza delle visite (andrologiche sessuologiche ecc) che avevo svolto, erano diverse, ma in relazione a questo problema mi era stata prescritta una cura a base di arginina. Ogni tanto la prendo ancora.
E' per questo che avevo posto la domanda di partenza.

Inoltre, in base alle passate analisi, la quantità di sperma era nella norma ed ora non mi sembra molto variata. Eppure in base a quelle che erano le mie performace in passato la quantità si è significativamente ridotta cosi come la dimensione dei testicoli, specialmente uno (me ne accorgo chiaramente "controllandomi" con la mastrurbazione) ma i medici non davano molta rilevanza alla cosa anche se avevo segnalato.
Inoltre lo sperma più che schizzare cola, indipendentemente dalla durata dell'astinenza. Peraltro in caso di rapporti ravvicinati l'eiaculazione è veramente minima se non del tutto assente con relativa difficoltà nel raggiungimento dell'orgasmo.

La domanda è, a parte la vita sportiva l'alimentazione l'attenzione agli slip stretti ecc...cose che già controllo da tempo,
l'Arginina mi può aiutare? Esistono altri prodotti?
Avete visto casi simili? A prescindere dalle cause, vi sono cure/terapie?

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

da questa postazione, al suo quesito non posso che dirle e raccomandarle di non automedicarsi con farmaci forse non utili, in questo momento, e di risentire in diretta, senza perdere altro tempo prezioso, il suo andrologo di riferimento.

Ancora cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
dopo tre anni è meglio fare un tagliando generale. Che la bioarginanina, di per se male non fa, ma essendo un precursore del nitrossido ha proprietà vasodilatatrici, che possono interfereire, magari malamente con infiammazioni silenti prostaitiche. Utile sempre prioma di assumere farmaco, consultare il collega.
[#5] dopo  
Utente 249XXX

Iscritto dal 2012
Capisco che la cosa migliore, in generale, sia sempre andare in cura ad uno specialista.
Tuttavia vede cerco di utilizzare il web in relazione a qualsiasi tema, non solo medico anzi, perché lo ritengo un ottimo strumento di diffusione dell'informazione e della conoscenza... con tutti i limiti del caso... a volte si rivela utile.
E' seguendo questa logica che mi sono iscritto a questo sito.

Riguardo l'argomento in causa la mia storia è molto lunga...

i trascorsi in terapia non sono stati molto soddisfacenti,
in sostanza prima si è insistito su problemi psicologici, capisco verosimili, ma, mi deve credere, inesistenti. Poi si è proseguito minimizzando i dati ed i sintomi che ho esposto prima; in breve sostenendo che il tutto rientrava in qualche modo nella normalità. Anche questo lo capisco, lesioni/danni evidenti non ce ne sono altrimenti sarebbero venuti fuori (spero). Peccato però che sul concetto di normalità, anche in campo medico (specialmente poi nella sfera sessuologica), ci sarebbe molto da ragionare. Situazioni molto diverse posso essere catalogate come "normali".

Sarebbe molto utile vedere anche l'evoluzione di un soggetto nel tempo, ed è proprio in base a questo che, a parte quello che possono dire i test, quello che posso dire io è che rispetto al passato ho notato:
- diminuzione delle dimensioni dei testicoli, specie uno
- diminuzione della quantità di sperma che inoltre più che schizzare cola, specie se i rapporti più di uno al giorno.
ma come dicevo queste cose erano già state segnalate.

Guardi è da allora che non mi rivolgo ad un medico e non pretendo certo una diagnosi ma vorrei solo sapere se, in base alla sua esperienza, sono problemi (INTESI COME SINTOMI, quindi oggettivi) che in qualche forma
1) ha già visto e considerato come problemi
2) si possono curare/combattere, se si, in linea di principo/esempio come?

grazie per l'attenzione.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

certo, nella mia esperienza questi sono sintomi ma così aspecifici, cioè non correlati ad alcuna patologia unica e tipica, che, per capirci qualcosa, bisogna essere visti o meglio rivisti in diretta dal proprio andrologo.

Segua il consiglio del collega Cavallini: "prima di assumere un farmaco, bisogna consultare in diretta il proprio andrologo."

Cordiasli saluti.

[#7] dopo  
Utente 249XXX

Iscritto dal 2012
Ho capito,

vedro di andare dall'andrologo,

Tuttavia capisco che una diagnosi non si può fare, anche perché altrimenti.....
ma credo anche che l'utilità di un portale come questo sia anche, se non soprattutto, nel sentir raccontare le esperienze di altri pazienti e medici (ovviamente col beneficio dell'anonimato); come anche opinini di diversi esperti, un po come accade in alcuni forum dove anche persone qualificate in materia intervengono.

Questo non con la pretesa di arrivare a conclusioni, ma solo di fare ragionamenti e magari evidenziare convinzioni sbagliate dei pazienti.
Altrimenti, se è solo per segnalare la necessità di una vera visita, cosa risaputa, a che serve il portale?

vorrei solo sapere, prima di tornare dall'andrologo, se effettivamente vi risulta esistano, in relazione a qualche casistica in cui si presentino tali sintomi, casi similari risolti positivamente o se, in generale, c'è poco da fare.

Notare che qualche informazione l'ho data (no lesioni evidenti nonostante siano state cercate, diagnosticato solo qualche dato anomalo sull'analisi dello sperma). L'età credo gia la leggiate e conduco vita sportiva e dieta non delle peggiori, quindi non credo centri molto lo stile di vita.

L'unico medicamento che io conosco è l'arginina, che inoltre è anche un integratore alimentare ed aiuta ad eliminare la massa grassa ed aumentare l'attenzione (è scritto sul bugiardino). Quindi non credo che ad uno sportivo faccia male. Poi non ne assumo molta.
A meno di trovare problemi diciamo nascosti, esistono altri prodotti?
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

le ripetiamo che l'arginina è un aminoacido con i suoi effetti positivi e negativi e non si prende così per prendere ma è una sostanza che va presa solo dopo diretta ed attenta valutazione clinica da parte di un medico. questo è quello che ci insegna la nostra esperienza clinica sul campo.

Ancora cordiali saluti.