Utente 249XXX
Salve sono Roberto e volevo presentare il problema che mi perseguita da quasi un mese, premetto che sono un restauratore di mobili antichi lavoro che esercito da poco tempo, e che tutto presumo sia iniziato alla fine di un lavoro che mi ha tenuto impegnato parecchio tempo.La prima volta si è presentata una crisi di asma accompagnata da tosse secca che ho frenato con bentelan e spry.però è da allora che anche se diminuita forse per via delle cure che il mio medico mi ha indicato (protezione per lo stomaco in caso di reflusso e spiriva, telfast e montegen per allergia) comunque tutti i pomeriggi dalle 17:00 in poi ecco che arriva incessante e non va via fino che non faccio lo spry. Vorrei poter ricevere un consulto o un consiglio su come procedere in caso non riesca a risolvere il problema aspettando le prove allergiche che devo fare il 25 maggio!! Potrebbe veramente essere allergia? Grazie in anticipo a chi mi darà una risposta e buon lavoro . Roberto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
senz'altro è necessario un approfondimento diagnostico, anche perché potrebbe configurarsi una malattia professionale: se ha notato l'associazione tra esposizione professionale e la comparsa dei sintomi sarebbe opportuno evitare tale esposizione e poi ricalibrare (ovviamente sotto la guida del Suo medico curante) l'eventuale necessità terapeutica. Tenga conto che l'antistaminico interferisce con l'esecuzione dei test cutanei.
Potrebbe esserLe utile la lettura dei Minforma
http://www.medicitalia.it/minforma/allergologia-e-immunologia/1092-prepararsi-visita-allergologica.html
http://www.medicitalia.it/minforma/allergologia-e-immunologia/867-asma-sintomi-diagnosi.html
http://www.medicitalia.it/minforma/allergologia-e-immunologia/865-domande-asma.html
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 249XXX

Iscritto dal 2012
Salve Dott. Francesco Marchi, innanzitutto la ringrazio per l'attenzione prestata alla mia domanda e anche per avermi allegato dei file che mi sono stati sicuramente d'aiuto per potermi chiarire alcune perplessità, quello che in realtà non mi spiego è il perchè questi attacchi di tosse a volte accompagnati da un pò di asma arrivano solo la sera e quasi sempre allo stesso orario, può essere che nel caso sia allergia siccome sono quasi passate 24 ore dall'assunzione di telfast 120 mg stia finendo l'effetto? Magari la domanda è sciocca però vorrei che mi rispondesse ugualmente se possibile. Comunque farò le prove allergiche il 25 maggio e in caso altri accertamenti se il problema non dovesse dipendere da ciò. Grazie ancora e buon lavoro . Roberto
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Bisognerebbe valutare le esposizioni; e poi senz'altro anche la somministrazione dei farmaci potrebbe rappresentare una spiegazione (più che l'antistaminico, il broncodilatatore).
Saluti,
[#4] dopo  
Utente 249XXX

Iscritto dal 2012
Grazie ancora una volta per la risposta, volevo provare ad aumentare la dose del telfast comunque, magari passare a 180 mg per poter notare se l'effetto durerebbe di più visto che anche ieri sera dopo averla consultata è arrivata la tosse che è sparita subito dopo l'assunzione di telfast! Lei cosa ne pensa?? Buon Lavoro
[#5] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Penso che dovrebbe chiederlo al Suo medico curante ;)
Non è corretto che ci esprimiamo senza una valutazione diretta (nel Suo interesse prima di tutto).
Saluti,
[#6] dopo  
Utente 249XXX

Iscritto dal 2012
Grazie comunque dott. per la sua risposta e soprattutto per l'umanità e la correttezza, oggi avò il risultato dei rx al torace speriamo non sia niente di grave anche perchè io mi sento benissimo a parte questo piccolo problemino!! Le farò sapere, grazie tante ancora. Roberto
[#7] dopo  
Utente 249XXX

Iscritto dal 2012
Gent.mo dott. Francesco Marchi, ho appena ritirato il referto dei rx eseguiti al torace e la diagnosi è la seguente : Accentuazione della trama broncovascolare senza apprezzabili lesioni a focolaio.
Seni costo-frenici liberi.
Sarei molto felice se potessi avere un'osservazione da lei sull'esito, in attesa di poter fare visionare il referto anche al mio medico curante cosa che potrà avvenire solo settimana prossima poichè fino a lunedì non fa studio.
la ringrazio immensamente per la disponibilità prestatomi. Cordiali saluti Roberto.
[#8] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Le chiedo scusa per il ritardo, non mi ero accorto di quest'ultimo aggiornamento.
Nella lettura di una lastra esiste un certo margine interpretativo per cui la segnalazione di una «Accentuazione della trama broncovascolare» non è automaticamente indicativo di un fatto patologico in atto; allo stesso modo potrebbe trattarsi dell'effettivo corrispettivo radiografico della bronchite asmatica (che si studia "meglio" con indagini di tipo funzionale).
Vedere (o meno) le immagini è qualcosa che si avvicina molto al visitare (o meno) un paziente.
Spero che nel frattempo abbia trovato la soluzione migliore.
Saluti,