Utente 182XXX
Buongiorno,

ho 27 anni e da un paio di mesi ho cominciato a sentire una strana sensazione di fastidio sulla sinistra del petto, come delle piccole fitte, ma non collocate all'altezza del cuore ma più vicine al fianco.
Nel momento in cui queste fitte si presentano, comincio a soffrire di giramenti di testa e sensazione di sonnolenza.
Il fastidio aumenta con lo sforzo fisico. Inoltre, ogni tanto, correlati a questi sintomi si presentano fitte alle testa, in prossimità delle tempie, e al braccio sinistro.
Durante la notte, mi sveglio sempre almeno 2 volte, anche se dormo con il letto rialzato per diminuire la sensazione da reflusso gastrico, di cui soffro da 2 anni (anche se i sintomi sono riniziati circa 3 mesi fa).

Ho rifatto una gastroscopia, che ha evidenziato un ernia jatale di 2cm, esofagite A e gastrite.
Inoltre, ho effettuato un cardiogramma che non ha evidenziato anomalie. Pressione nella norma, così come gli esami del sangue, che non hanno evidenziato valori fuori dalla norma.
Il medico ascoltando il cuore non ha trovato battiti irregolari, anche se gli sembra di aver sentito un extrasistole, per la quale mi ha prescritto un ECG, che eseguirò il 9 maggio.
Inoltre, per la sensazione di vertigini-giramenti di testi, mi ha controllato l'orecchio ed ha visto una forte otite appena passata. Per questo avrò una visita dall'otorino il 4 maggio.

Ho cominciato ad assumere il lucen da circa 10 giorni ed inizialmente i sintomi si erano attenuati, ma si stanno ripresentando, anche se comunque la digestione è migliorata.

mia madre è tachicardica e mio nonno è venuto a mancare per una miocardite.

E' possibile che i miei sintomi siano correlabili ad un problema cardiaco, magari un prolasso della valvola mitrale (per il quale mia madre è stata operata)?

Chiedo un consulto, dato che la situazione si sta protraendo da un po' e comincia a darmi problemi anche sul lavoro (visto che mi stanco subito).

Grazie per l'attenzione
Simone

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
i suoi sintomi non sembrano affatto conseguenti a problematiche cardiache. Potrebbero esser legati ad una anemia secondaria, ad una pressione bassa, ad un'ipoglicemia ad esempio, condizioni facilemente diagnosticabili da un comune collega di base. Ne parli perciò con il Curante.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno dottore,

innanzitutto la ringrazio per il suo interessamento.
Per quanto concerne la pressione, l'ho misurata in varie occasioni ed è sempre stata nella norma. Dagli esami del sangue, la glicemia era compresa nei valori di riferimento.
ad esempio mia madre e mio fratello sono leggermente anemici, ma non hanno mai sofferto dei sintomi che sto riscontrando.
Una domanda, cosa intende per anemia secondaria? Leggendo su internet, sembra legata a fattori conosciuti ( carenza di ferro, poca produzione di globuli rossi da parte del midollo, etc...).

Grazie
Simone