Utente 498XXX
Gentili Dottori,

sono un uomo di 35 anni ed eseguo periodicamenteun ciclo di depilazione sul tronco superiore ed inferiore a mezzo cera a caldo.
Ormai stanco dei continui effetti indesirderati di tale metodica ho deciso di provare un cilclo di epilazione progressivamente definitiva.

Ho un pelo lungo, robusto scuro e folto su un fototipo II con tendenza al facile arrossamento, ora abbronzato in quanto eseguo periodicamente delle lampada abbronzanti per preparare la pelle all'esposizione solare e i miei dubbi rigurdano:

1.tipologia del laser o ipl più adatto alla mia condizione attuale:
- da quel che leggo l'alessandrite è quello che in letteratura appare fornire i migliori risultati su pelle chiara, ma in zona ho difficoltà a reperire centri provvisti di tale apparecchatura;
-ho invece la posibilità di eseguire un Nd-yag ad impulso lungo di una nota casa produttrice americana leader di settore, ma volevo capire fino a che punto si adatta alla mia fisiologia;
- se è da prendere in considerazione anche un trattamento IPL

2. quando eventualmente cominciare i trattamenti

Grazie
cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
20% attualità
16% socialità
NOVARA (NO)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
gentile utente, nella mia esperienza anche il laser a diodo dà degli ottimi risultati, personalmente ritengo lievemente inferiore IPL.
cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Domenico Laquintana
24% attività
0% attualità
12% socialità
TROIA (FG)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per prima cosa eviti di fare il laser o la luce pulsata se sta facendo lampade abbronzanti: le due cose assieme sono fortemente incompatibili.

Sedute di epilazione con queste tecniche possono essere eseguite solo su pelle non abbronzata.

Il laser ad alessandrite è senza dubbio quello più adatto al suo caso. Lo sono parimenti il Neodimio-yag e la luce pulsata (a patto che sia medicale, ovvero eseguita con strumenti usabili solo dai medici che sono, per loro natura, molto più efficaci).

Il consiglio su quando iniziare i trattamenti è diretta conseguenza del discorso di prima: bisogna evitare i mesi in cui ci si espone al sole. Quindi, si organizzi per cominciare da ottobre in poi.

Se nel frattempo continua ad usare la ceretta smetta il suo utilizzo almeno un mese prima delle sedute di laser. La ceretta porta via anche il bulbo del pelo (che però ricrescerà dopo un certo periodo). L'assenza del bulbo rende meno efficace la terapia col laser. Quindi eviti di fare la ceretta nelle 5-6 settimane precedenti una seduta.

Spero di esserle stato di aiuto.