Login | Registrati | Recupera password
0/0

Gonfiore base dello scroto

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010

    Gonfiore base dello scroto

    Salve, è da un po' di tempo che alla base dello scroto a destra si presenta un gonfiore che sembra quasi un'infiammazione tipo una cisti. Sembra un brufolo di dimensioni circa un centimetro o meno ed è sotto pelle. L'andamento è altalenante nel senso che dopo un po' di giorni il sintomo scompare e tutto torna come prima, ma dopo si ripresenta di nuovo. Non sembra essere legato ai testicoli, però il mio parere non conta perché non sono un medico. Dovrò andare a fare una visita, ma per una rassicurazione volevo sapere se poteva essere grave o meno.
    Grazie dell'attenzione.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 5693 Medico specialista in: Urologia
    Patologia della riproduzione umana
    Andrologia

    Risponde dal
    2006
    Gentile lettore,

    l'andamento "altalenante, nel senso che dopo un po' di giorni il sintomo scompare e tutto torna come prima", farebbe pensare ad una possibile formazione cistica ma, da questa postazione, è bene non sbilanciarsi troppo e non fare facili diagnosi.

    Il consiglio è ora , senza ansie e paure inutili, di sentire in diretta un esperto andrologo.

    Nel frattempo, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su eventuali problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

    http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196/la-prevenzione-androl .

    Qui potrà trovare anche tutte le raccomandazioni, date dal National Cancer Institute statunitense, su come fare correttamente l'autopalpazione del testicolo.

    Un cordiale saluto.





    Giovanni Beretta M.D.
    http://www.andrologiamedica.org
    http://www.centrodemetra.com

  3. #3
    Indice di partecipazione al sito: 111 Medico specialista in: Andrologia
    Endocrinologia
    Urologia

    Risponde dal
    2011
    gentile lettore,

    purtroppo a distanza non è possibile capire quale sia il problema.

    tuttavia, da quello che descrive, si può pensare che si tratti di una banale cisti sebacea dello scroto se si tratta di un piccolo rigonfiamento contenuto nello spessore della parete scrotale, oppure una semplice cisti presente all'interno della cavità scrotale, limitrofa al testicolo.

    tali dubbi, chiaramente , possono esser subito verificati mediante una semplice palpazione dello scroto in mani esperte.

    cordialità


    Prof. Giovanni Maria  Colpi

  4. #4
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    Grazie delle tempestive risposte. Presto andrò da un medico in modo da ricevere una diagnosi più approfondita visto che online è difficile capire la gravità dei problemi. Dopo applicherò l'autopalpazione in modo da verificare, anzi da scongiurare che si tratti di qualcosa di più grave.
    Nel caso si tratti di cisti sebacea è possibile che scompaia del tutto in modo naturale o bisogna ricorrere ad un trattamento chirurgico?



  5. #5
    Indice di partecipazione al sito: 111 Medico specialista in: Andrologia
    Endocrinologia
    Urologia

    Risponde dal
    2011
    gentile lettore,

    la cisti sebacea può scomparire nel senso che,venendo meno la infiammazione che può renderla più evidente e palpabile, non si apprezza più se non in mani esperte.

    in alcuni casi si può ricorrere all'intervento chirurgico

    perciò con una semplice visita in mani esperte potrà capirci di più.

    cordialità


    Prof. Giovanni Maria  Colpi

  6. #6
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    Grazie ancora per le riposte, ho provato a risentire palpando il gonfiore qualche minuto fa ed ho notato che il gonfiore ha una forma allungata proprio tra la fine dello scroto e la parte tra l'ano e lo scroto (non ricordo il nome tecnico!), come se fosse un nodulo. A me sembra scorrelato dai testicoli comunque. Ogni tanto assumo la posizione con gambe accavallate e sicuramente non favorisce lo sgonfiamento anzi penso che lo aumenti.
    Grazie ancora.
    Spero Lunedi di riuscire a chiamare un andrologo nella zona di torino in modo che il gonfiore non si riduca altrimenti la visita potrebbe non servire a nulla.



  7. #7
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    Forse ho dimenticato di aggiungere che il gonfiore provoca un leggero dolore al tatto, proprio come se fosse un brufolo sotto pelle. Non so se può essere di aiuto, ma almeno ho detto tutto.



  8. #8
    Indice di partecipazione al sito: 5693 Medico specialista in: Urologia
    Patologia della riproduzione umana
    Andrologia

    Risponde dal
    2006
    Gentile lettore ,

    tutte le informazioni che ci fornisce fanno pensare ad un problema superficiale e forse neppure testicolare ma le ripetiamo, da questa postazione, poche cose precise le possiamo veramente dire.

    Sentito il suo andrologo poi, comunque, ci aggiorni, se lo desidera.

    Cordiali saluti.


    Giovanni Beretta M.D.
    http://www.andrologiamedica.org
    http://www.centrodemetra.com

  9. #9
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    Salve ho effettuato una visita andrologica mercoledì e si tratta di una cisti sebacea. Il consiglio è stato una rimozione tramite intervento in ambulatorio con anestesia locale in modo da togliere la capsula che racchiude l'infiammazione.
    Spero sia la soluzione giusta.



  10. #10
    Indice di partecipazione al sito: 111 Medico specialista in: Andrologia
    Endocrinologia
    Urologia

    Risponde dal
    2011
    gentile lettore,

    è la soluzione corretta di chi ha avuto modo di verificare tutto sui suoi testicoli.

    cordialità


    Prof. Giovanni Maria  Colpi

  11. #11
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    Si certo, la mia paura è data solo dalla vicinanza ai testicoli, niente di più.

    Grazie



  12. #12
    Indice di partecipazione al sito: 5693 Medico specialista in: Urologia
    Patologia della riproduzione umana
    Andrologia

    Risponde dal
    2006
    Tranquillo, in mano ad andrologi od urologi esperti, non ci possono essere problemi.


    Giovanni Beretta M.D.
    http://www.andrologiamedica.org
    http://www.centrodemetra.com

Discussioni Simili

  1. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 24/04/2012, 15:53
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18/05/2012, 17:28
  3. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 21/04/2012, 16:20
  4. Parestesia genitali
    in Andrologia
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 29/05/2012, 11:41
  5. Fastidio
    in Andrologia
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 11/04/2012, 08:25
ultima modifica:  28/10/2014 - 0,25        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896