Utente 180XXX
Illustrissimi Medici, volevo porre alla vostra cortese attenzione il mio problemino: da alcuni mesi, dallo scorso novembre circa, accuso un dolore al testicolo sx che va e viene. Preoccupato mi sono sottoposto a visita andrologica ed ho eseguito un ecodoppler scrotale ed uno spermiogramma: mi è stato diagnosticato un varicocele di 1° grado e lo spermiogramma non è brillantissimo, ad ogni modo lo specialista mi ha confermato che secondo lui il dolore non dipende da quello ma potrebbe essere causato da un'infiammazione del nervo genitofemorale. Quello che volevo chiedere è da che cosa può essere causata l'infiammazione e se è indispensabilmente legata a possibili patologie della colonna vertebrale, come ernie o protusioni?
Grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

il dolore al testicolo può avere varie cause e per questo oltre all'esame obbiettivo serve un'ecografia testicolare per valutarne la morfologia e l'ecogenicità. Bisognerebbe inoltre escludere patologie infettive con opportuni esami culturali e quindi valutare la possibilità di un dolore riflesso.

Un cordiale saluto



[#2] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo Dr. Maretti,
ho già eseguito gli esami che mi ha consigliato, anche gli esami culturali, ed, a parte il varicocele di 1° grado, per il resto è tutto negativo. Per questo motivo lo specialista si è orientato verso un'infiammazione del nervo genitofemorale, da che cosa può essere dovuta questa infiammazione?
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

sul fatto che "lo specialista si è orientato verso un'infiammazione del nervo genitofemorale" e "da che cosa può essere dovuta questa infiammazione?" la cosa più opportuna è che senta direttamente l'interessato.

Da questa postazione le posso dire che il dolore testicolare cronico è definito come un dolore continuo o intermittente a livello del testicolo, che dura da più di tre mesi, e che non risponde alle comuni terapie mediche. Può essere scatenato da numerosi fattori, quali infezioni, tumori, traumi testicolari, idrocele, cisti epididimarie, subtorsioni testicolari, varicocele, ernia inguinale, precendenti interventi chirurgici (specie per ernia inguinale), ecc.

Cordialità

[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

personalmemnte non sono molto "convinto" dalla possibilità che una "infiammazione" del nervo genitofemorale possa determinare dolori o dolenzie in sede scrotale o testicolare.
Ho spesso l'impressione che tali diagnosi siano fatte per giustificare fenomeni che non si riesce a spiegare in altri modi.
Se la vista specialistica esclude patologie erniarie, testicolari o epididimarie, se l'ecografia non mette in evidenza lesioni patologiche delle strutture testicolari, epididimarie o del plesso pampiniforme, versamenti da idrocele e se l'esame del liquido seminale esclude patologie rilevanti a livello della spermatogenesi e del plasma seminale (prodotto dalla prostata e dalle vescicole seminali) direi che il paziente possa e debba stare tranquillo senza dover pensare che stimoli dolorosi siano necessariamente segno di "malattia"
Cari saluti
[#5] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimi Dottori,
dato che faccio un lavoro che mi costringe spesso a lavorare in ginocchio, ed a volte ho dei doloretti a livello lombare, le due cose potrebbero essere collegate?
Mi consigliate qualche controllo a livello della colonna vertebrale?
[#6] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
si consulti con un bravo neurologo e se poi lo desiderasse ci faccia sapere.

Cordialità
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettiore,

consulti un bravo ortopedico che , dopo gli accertamenti radiologici o RMN, le potrà dare un parere circa la esistenza di problematiche legate alla colonna verterbrale
cari saluti
[#8] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
Vi ringrazio sentitamente

Cordiali saluti