Utente 105XXX
gentili dottori,
mio figlio di 2 anni e mezzo ha una ipospadia prossimale corretta all'o.b.g. con la tecnica di Bracka in due tempi, ma purtroppo già dopo il secondo intervento ci siamo accorti che si era formata una fistola. quindi dopo 6 mesi ha subito un nuovo intervento, il terzo, e ad un'ora dalla rimozione del catetere mia moglie mi assicura che non fa la pipì in modo corretto e non ha capito precisamente da dove esce l'urina, dice da tre punti. Il chirurgo che lo ha operato ci ha detto che dovrebbe cicratizzarsi e ci ha dato appuntamento fra qualche giorno. premesso che il bambino non vuole stare senza pannolino quindi non sappiano niente la mia domanda è la seguente:
se anche questo intervento non è andato a buon fine nel senso che c'è una fistola si potrebbe intervenire in questo modo?
- inserire il catetere, individuare la fistola e suturarla, tenere il catetere qualche giorno in più per una sicura cicatrizzazione.
nel ringraziarla invio cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
gli interventi per ipospadia hanno un alto indice di recidiva (50%). Via web non è possibile dare indicazioni sulle possibili soluzioni in quanto non si può valutare l'entità del problema. L'unico rimedio è affidarsi ai consigli dati dal chirurgo urologo che vi segue che più di chiunqe altro conosce meglio la situazione di suo figlio.