Utente 250XXX
Salve e grazie anticipatamente per la vostra collaborazione.E' da circa tre mesi che mi è stata diagnosticata l'azoospermia.
Ho eseguito gli esami principali, quali:
microdelezione cromosoma y:non ci sono microdelezioni;
cariotipo:normale maschile 46xy;
FSH: nella norma 9,46 in un intervallo con valore max 17;
volume testicolare:5,5 cc;
Tutti gli altri valori ok e nella norma.(solo il cpk a 480 ma da circa un mese faccio attività sportiva,dopo anni di vita sedentaria)
Per problemi di salute faccio uso di immunosoppressori (aziotiprina), ma se fosse questa la causa potrei anche sospenderla per un pò.
Quale pensate possa essere la causa?
Potrebbe essere la medicina che uso giornalmente(unita anche a dosi mini me di cortisone)?
Grazie mille!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

l'aziotiprina può danneggiare la spermatogenesi ed inoltre bisognerebbe ricercare le cause del ridotto volume testicolare. Il consiglio è di procedere per una consulenza specialistica per valutare la possibilità di sospendere la sua terapia.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,
una azoospermia potrebbe essre dovuta ad una insufficiente stimolazione dell'epitelio della spermatogenesi da parte dell'FSH ( che lei ha normale), potrebbe essere dovuta ad una assenza o alterata maturazione dell'epitelio della spermatogenesi con evidenza di elevati valori di FSH ( che lei ha normale), potrebbero essere presenti ostruzioni dei dotti che portano gli spermatozoi dal tubulo seminifero all'epididimo ( questo si potrebbe vedere solo con una esplorazione chirurgica), potrebbe essere dovuta ad ostriuzione o assenza dei deferenti (verificabile dall'esame seminale , dalla visita e dalla ecografia)... come vede le possibilità sono molteplici; solo una visita specialistica potrebbe escludere o confermare le varie ipotesi consigliandole o meno il ricorso ad un tentativo di Recupero Chirurgico di spermatozoi testicolari da crioconservare per una ICSI o meno
Cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
dai dati che ci fornisce sembrerebbe (SEMBREREBBE!) trattarsi di un problema intrinseco dei testicoli con difficoltà a produrre spermatozoi. Ciò alla luce del ridotto volume testicolare e del valore di FSH che tende ad essere elevato (c'è molta discussione in ambito medico-scientifico sul limite alto di normalità dell' FSH). Naturalmente non si può prescindere da una valutazione andrologica diretta e dall'acquisire altri dati:
-volume di sperma allo spermiogramma,
-allo spermiogramma: ricerca di spermatozoi anche dopo centrifugazione (è stato fatto?),
-etc.
In ogni caso esistono delle possibilità di recupero diretto di spermatozoi da testicolo per fecondazione assistita.
Ci faccia sapere i risultati della visita Andrologica.
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Gentile lettrice,

i dati che riporta meritano attenta discussione con uno specialista andrologo.

questo al fine di porre una diagnosi che resta sempre "difficile" porre anche con il paziente de visu; infatti la classica distinzione in azoospermia ostruttiva e non ostruttiva si pone a partire dall'esame istologico su biopsia testicolare.

quresto significa valutare con lo specialista le concrete possibilltà di un recupero di spermatozoi mediante biopsia testicolare (TESE) o micro-chirurgia (microTESE).

il consiglio è quindi di parlare e confrontarsi con lo specialista andrologo.

cordilità
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

mi associo alla risposta del dott Colpi
Cari saluti
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html .

Un cordiale saluto.
[#7] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per i consulti...
Ulteriori particolari.
L'ecografia ai testicoli l'ho eseguita in due centri differenti,al primo ha dato come risultato 5,5 cc, il secondo 22ml???MAH
Mi è stata riscontrata infiammazione alla prostata, da curare.
il volume spermatico è di circa 1ml....
Potrebbero essere informazioni utili.
A breve avrò una visita da un andrologo e provvederò a sospendere l'uso di immunosoppressori, ma vorrei arrivarci già preparatosu eventuali dubbi da chiarire grazie ai vs consulti.
La strada da compiere è ancora lunga, ma da come ho capito ho delle speranze?Vero?
Grazie infinitamente!
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non si confonda oltre le idee in un settore della medicina che già di per sè è complesso e difficile.

Ora deve sentire in diretta un esperto andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana e da lui ricevere in diretta le precise indicazioni diagnostico-terapeutiche da seguire.

Cordiali saluti.
[#9] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

il volume dei testicoli può essere valutatato e stabilito con una semplice visita medica.
Non vedo l'utilità di sospendere gli immunosopressori
segua le indicazioni già avute
cari saluti
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Fatta o rifatta la valutazione andrologica poi ci aggiorni, se lo desidera.
[#11] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Ieri c'è stata la mia seconda visita dall'andrologo.
Ha controllato tutti gli esami fatti:
secondo lui vista l'assenza di problemi cromosomici, regolare volume dei testicoli(il primo ecografo che aveva calcolato come volume 5,5 aveva sbagliato la misurazione, l'andrologo ha dato per giusta la seconda ecografia che dava come risultato 21ml, e ha eseguito anche una visita di controllo affermando la certa regolarità del volume testicolare),visti i valori ormonali nella norma(FSH,LH e tutti gli altri) e visto il volume dello sperma risultante dallo spermiogramma bassissimo(ben al di sotto del valore minimo di riferimento)ha decretato che ha quasi la certezza che da una biopsia testicolare si possano trovare spermatozoi e che quindi o sia affetto da azoospermia ostruttiva.
Tra un mese gli dovrò portare le analisi riguardanti la firosi cistica ancora non fatte e contestualmente farò la biopsia.
Mi domando come sia possiile che grandi andrologi come Maretti o Pescatori diano possibile un mio eventuale problema a produrre spermatozoi e il mio andrologo la scarti come ipotesi?L'aziotiprina va sospesa oppure no?
Non sapete quanto mi siate di supporto,grazie a voi ho affrontato meglio la mia visita.
In attesa vi saluto calorosamente!
[#12] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Caro Utente, buon ultimo rispondo anch'io al Suo quesito. In sintesi: la diagnosi istologica con eventuale recupero contestuale di spermatozoi (TESE e crioconservazione), appare indispensabile.

Strani i dubbi - che naturalmente generano commenti da parte dei colleghi che le rispondono via WEB - sul volume testicolare. Un conto è 5 ml, ben altro 20 ml! La misurazione del volume da parte dell'andrologo viene fatta di solito già durante la visita con buona approssimazione senza bisogno del dato dell'ecografista ( a volte a quanto pare assai impreciso!). Attenda la ricerca delle mutazioni del gene CFTR (fibrosi cistica) e poi si vedrà.

Ora la domanda delle domande: fermo restando che l'azatioprina è un agente chemioterapico alchilante, perchè la prende e a che dose? Solo rispondendo a tale quesito (coinvolgendo anche lo specialista che gliela somministra) si può pensare se e per quanto sospendere la somministrazione di questo farmaco in vista di una TESE, poiche' di sicuro ha un'azione negativa sulla spermatogenesi seppure non ben quantificabile. Cordiali saluti
[#13] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Eppoi i testidfcoli e gli epididimi vanno plapati, la diagnosi differenziale fra ostruttiva e non si fa così. Non dimentichiamo. Che la diagnosi sui soli esami non si può fare.
[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

senza drammi eccessivi e, se ci sono dubbi sulle indicazioni terapeutiche che eventualmente riceverà, esiste sempre la possibilità di sentire in diretta una terza campana.

Ancora cordiali saluti.
[#15] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Non si tratta di drammi eccessivi ma di drammi economici.Ogni consulto ed ogni esame costano tantissimo per non parlare di TESE o fecondazione assistita in centri privati.Non per questo mi voglio lamentare, ma è solo per far capire che saltare da uno specialista ad un altro è cosa assai costosa e che secondo me mi porrebbe davanti a tantissimi dubbi.Partiamo dal fatto che una visita approfondita è stata fatta dall'andrologo, quindi è giunto alla conclusione delle tese non solo leggendo gli esami, questo non l'ho mai detto e sarebbe sembrato strano anche a me!Chiedevo se ci fossero altre indagini da fare che il medico ha saltato, altri controlli......insomma qual è il vostro iter, così da confromtarelo con ciò che ho seguito es to seguendo io.Grazie di cuore!
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

le nostre ipotesi e consigli, con tutti i limiti di una consulenza telematica e quindi a distanza, glieli abbiamo dati ma alcuni suoi dubbi purtroppo non possono essere discussi in modo corretto e soprattutto risolti da questa postazione.

Quindi come, quando, se sospendere l'Azatioprina e se la sua azoospermia è anche ostruttiva od altro, purtroppo non possono essere ipotesi confermate via internet.

Ancora cordiali saluti.
[#17] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Buona sera,
volevo aggiornarvi sul mio ''caso''...
sono risultato portatore sano di firosi cistica.
Così anche mia moglie ha fatto gli esami:nessuna mutazione, per fortuna.
Ho eseguito la biposia testicolare e ''miracolo'' sono stati trovati spermatozoi, si direbbe di buona qualitàla relazione dettagliata l'avremo solo il 20 corrente mese.
E così ci hanno già anticipato che mia moglie sarà preparata per la fecondazione in vitro..
Siamo contentissimi e spaventatissimi...
Che esami è consigliabile eseguire prima del pick up degli ovuli?Da un controllo ai valori della tiroide risulta un 2,87 con un ma di 2,50...lei è un pò preoccupata!
La fecondazione in vitro ha buone possibilità di successo?
Grazie per il supporto che date a noi coppie che siamo in questo forum...
Grazie!
[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ora la moglie sicuramente ha avuto l'indicazione per fare una ICSI, cioè una iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi.

Su quali controlli ormonali ed altro ora dovrà fare sua moglie sarà sempre la sua ginecologa ad indicarveli.

Nel frattempo, se desidera comunque avere informazioni più dettagliate sull’utilizzo delle tecniche di riproduzione assistita, le consiglio di consultare anche l’articoli pubblicato e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/215-fecondazione-vitro-icsi-svolgono-avviene-laboratorio.html .

Un cordiale saluto.

[#19] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Appunto fibrosi cistica positiva: probabile azoospermia ostruttiva. Si trovano facilemente buoni spermatozoi, che alla fertilizzazione in vitro hanno quasi le stesse performaces degli spermatozi normali. Congratulazioni.
[#20] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
E' passato un pò di tempo dall'ultimo consulto.Mia moglie ha da pochi giorni effettuato il transfert di 3 embrioni classe A...di sei ovociti maturi si sono fecondati la metà!I medici sono stati un pò evasivi sulle percentuali di riuscita ma ci sarebbe d'aiuto avere un'idea grossolana.Il mio problema è ormai noto:34 anni ed azoospermico (di tipo ostruttivo),a moglie, 31 anni, dopo vari esami non è stata riscontrato alcun problema.....Le possibilità a seguito di questa ICSI sono buone?Un ringraziamento immenso!
[#21] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

si va al 25-30 % di possibilità a tentativo,.

Queste sono le percentuali di successi denunciati dai Centri di PMA più noti.

Cordiali saluti.
[#22] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
incrociamo le dita.
[#23] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per le celeri e confortanti risposte, vi disturbo per un'ultima domanda:
- è vero che la icsi con spermatozoi provenienti da tese ha meno percentuali di successo da icsi effettuata con seme proveniente da eiaculato?E' un dubbio che sta diventando in questi giorni ancora più grande visto che mia moglie (al 6° giorno post transfer) accusa già dolori mestruali e ad un ovaio.....Grazie!
[#24] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non sono dati facilmente incrociabili e quindi la sua domanda rimane senza una sicura risposta.

Cordiali saluti.
[#25] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
è vero che la icsi con spermatozoi provenienti da tese ha meno percentuali di successo da icsi effettuata con seme proveniente da eiaculato? Per bassissime4 concentrazioni nell' eiaculato è abbastanza vero.