Login | Registrati | Recupera password
0/0

Levosulpiride

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012

    Levosulpiride

    Salve, ho 29 anni e vorrei chiedere delle informazioni riguardanti la levosulpiride.
    A fine anno 2011 per un periodo un po' buio ho effettuato tutti i tipi di accertamenti: visita cardiologica, neurologica, visita dall'otorinolaringoiatra e gastroscopia. I miei sintomi erano principalmente dolori addominali e mancanza di fiato... Mi e'stata diagnosticata MRGE e sono stato in cura con esomeprazolo e levopraid.. A fine trattamento ho cominciato ad avvertire testa vuota, senso di stordimento e vertigini soggettive... Da qui le visite dall'otorinolaringoiatra che mi diagnostica una ipofunzione del labirinto. Col tempo i sintomi scompaiono... Riprendo le cura per la MRGE i primi di Gennaio 2012 con esomeprazolo e levobren 25 cpr da prendere prima dei pasti per 3 mesi.
    Alla fine della cura si ripresentano episodi di vertigini, instabilità e senso di stordimento.
    Volevo chiedere: e'possibile che a me la levosulpiride faccia quest'effetto quando poi viene usata a volte anche per curare proprio le vertigini?se si quanto tempo durano questi sintomi?
    Grazie mille per chi vorrà togliermi questi dubbi...



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 3266 Medico specialista in: Chirurgia dell'apparato digerente
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    La levosulpiride ha una serie di effetti collaterali come viene riportato sul bugiardino del farmaco: amenorrea, ginecomastia, galattorrea, iperprolattinemia e alterazioni della libido, osservati in casi particolari, sono riconducibili ad un effetto reversibile di levosulpiride sulla funzionalità dell'asse ipotalamo-ipofisi-gonadi, simile a quello noto per molti neurolettici.

    I seguenti effetti indesiderati sono stati osservati con altri farmaci della stessa classe: casi rari di prolungamento del QT, aritmie ventricolari come torsione di punta, tachicardia ventricolare, fibrillazione ventricolare ed arresto cardiaco.

    E' difficile dire se i suoi disturbi siano legati al farmaco! Ma non è improbabile. È consigliabile comunque sospendere il farmaco e valutarne l'effetto.


    Cordialmente


    Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, H San Giuseppe - MI www.endoscopiadigestiva.it
    CONSULTARE SEMPRE IL PROPRIO MEDICO.

  3. #3
    Indice di partecipazione al sito: 1657 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2012
    Gentile utente,
    La levosulpiride ha effetti sul sistema nervoso centrale.
    Pertanto può dare disturbi del sonno ed altri sintomi legati agli effetti sul SNC (Sistema Nervoso Centrale).

    Saluti


    LEGGERE ATTENTAMENTE LE LINEE GUIDA PRIMA DI RICHIEDERE UN ORIENTAMENTO O CONSIGLIO. L'AUTOGESTIONE E' PERICOLOSA, CONSULTATE PRIMA IL VOSTRO MEDICO.

  4. #4
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Ringrazio entrambi i dottori per le risposte rapide e molto chiare. Volevo porre una domanda:
    Se questi sintomi vertiginosi sono riconducibili a 3 mesi di assunzione di levosulpiride, quanto tempo ancora dovrò sopportarli considerando che ho interrotto la cura con levobren da 6 giorni?
    Ringrazio di cuore chi vorrà rispondermi...



  5. #5
    Indice di partecipazione al sito: 1657 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2012
    Le dico quello che penso.

    È facile immaginare che, molto correttamente, le sia stata prescritta la Levosulpiride per due motivi:
    - effetto procinetico (per la MRGE);
    - effetto antivertiginoso.

    Detto questo,
    sarà una mia impressione (che sconta i limiti del consulto on-line) ma
    non credo che i disturbi che riferisce siano tutti riconducibili al farmaco.

    Pertanto mi sembra corretto, prima di dirle di sospendere il farmaco,
    invitarla a concordare, l'atteggiamento più giusto da assumere, con gli specialisti che la seguono.

    Il nostro dovere è darle degli spunti di riflessione, anche di valore magari,
    ma pur sempre limitati dalla "distanza".

    Le dirò di più, per sua informazione:
    in uno studio americano, a 30 giorni, il trattamento con levosulpiride è stato ben tollerato e gli eventi avversi che sono stati registrati sono:
    26,7% galattorrea,17,8% sonnolenza, affaticamento 11,1%, cefalea 11.5%,
    e nessun paziente ha dovuto abbandonare lo studio a causa degli effetti collaterali.

    In conclusione,
    la Levosulpiride è un farmaco efficace e sicuro nel trattamento dei disturbi della motilità di tipo dispepsia funzionale e non-erosiva malattia da reflusso.

    Salutoni




    LEGGERE ATTENTAMENTE LE LINEE GUIDA PRIMA DI RICHIEDERE UN ORIENTAMENTO O CONSIGLIO. L'AUTOGESTIONE E' PERICOLOSA, CONSULTATE PRIMA IL VOSTRO MEDICO.

  6. #6
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Dottore la ringrazio per la tempestiva ed esaustiva risposta... Il gastroenterologo che mi ha in cura ha detto di sospendere il farmaco e valutarne gli effetti. I miei dubbi erano riferiti al fatto che entrambe le volte che ho sospeso il farmaco ho avuto questi problemi, che tra l'altro riguardano anche una riduzione della libido così come scritto nel bugiardino. Quindi, scusi se la disturbo ancora, non sa Dirmi per quanto tempo ancora dovrò sopportare questi sintomi( presupponendo sempre che siano conseguenti all'assunzione del farmaci)?
    La ringrazio anticipatamente



  7. #7
    Indice di partecipazione al sito: 1657 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2012
    Non vengono riportati dati precisi,
    a fronte dell'affermazione che gli effetti sono reversibili e cessano con la sospensione dell'assunzione.

    Per quanto mi consta, dalla mia esperienza, le riferisco che dopo 10-15 giorni gli effetti indesiderati dovrebbero scomparire.

    Cordialmente


    LEGGERE ATTENTAMENTE LE LINEE GUIDA PRIMA DI RICHIEDERE UN ORIENTAMENTO O CONSIGLIO. L'AUTOGESTIONE E' PERICOLOSA, CONSULTATE PRIMA IL VOSTRO MEDICO.

  8. #8
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    La ringrazio Dottore... e'stato gentilissimo



  9. #9
    Indice di partecipazione al sito: 1657 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2012
    Si figuri.

    Disponga pure.


    LEGGERE ATTENTAMENTE LE LINEE GUIDA PRIMA DI RICHIEDERE UN ORIENTAMENTO O CONSIGLIO. L'AUTOGESTIONE E' PERICOLOSA, CONSULTATE PRIMA IL VOSTRO MEDICO.


Discussioni Simili

  1. Effetti collaterali dell'omeprazen??
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 03/05/2012, 21:16
  2. Feci di colore chiaro
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 02/05/2012, 12:40
  3. Stomaco gonfio
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 11/05/2012, 17:58
  4. Effetto collaterale gastroloc imprevisto
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 17/04/2012, 12:57
  5. I semi di psyllium danno assuefazione?
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 28/05/2012, 09:07
ultima modifica:  14/04/2014 - 0,17        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896