Utente 250XXX
salve a tutti,
da circa 2 anni continuo ad avere delle perdite giallastre dal canale uretrale, ho fatto diverse volte il tampone uretrale con rispettivo antibiogramma ottenendo sempre risultati differenti, ovvero la risposta al tampone non è mai stata la stessa..
Ho preso diverse cure antibiotiche rilasciate da questi antibiogrammi ma non ho mai ottenuto risultati positivi. Qualcuno sa dirmi come può verificarsi questo fenomeno? questo problema è davvero molto fastidioso. Grazie.
Ps il tampone non è mai stato fatto sotto cure antibiotiche.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

è giusta la sua attenzione, ma resta sempre verosimile la genesi infettiva delle sue perdite.

ha effettuato la ricerca di germi mediante i tamponi uretrali, compresa la ricerca di Micoplasmi e della Chlamydia??

cordialità
[#2] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
si ho eseguito anche questa ricerca. L'ultimo tampone l'ho fatto la settimana scorsa con esito positivo e presenza di chlamidya col nome di enterococcus faecalis. ho fatto una cura di neo furadantin per 8 giorni dato che non l'avevo mai preso prima , ma niente non ho ottenuto alcun tipo di miglioramento. Il dottore poi mi ha fatto fare un tentativo con lo sporanox ma niente nessun miglioramento. Poi oggi ho preso la risposta di una urinocultura eseguita dopo tutto ciò, ma questa hadato esito negativo.
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

consideri che la presenza del germe in questione merita discussione con lo specialista che possa visitarla.

diffcile a distanza capire se ci possa essere una eventuale interessamento della prostata alla base della sua sintomatologia.

perciò utile parlare con lo specialista per ponderare tale eventuale ipotesi e il resto delle considerazioni sulla terapia.,


cordialità