Utente 163XXX
buongiorno. da alcuni giorni ho un dolore persistente al fianco sx. il dolore è una tensione che talvolta diventa bruciore. si localizza lungo il profilo del muscolo obliquo esterno sx e lungo la linea semilunare, a volte coinvolge il tendine che innesta l'obliquo sulla cresta iliaca. una pressione sotto le costole lungo il profilo esterno risulta dolorosa. il dolore si attiva durante l'azione del rialzarmi da posizione stesa o seduta, diventa più intenso se cammino o sto molto tempo in piedi e tende a scomparire in posizione seduta. lo so che il quadro indica qualche affezione di tipo muscolo-tendineo (che forse sarebbe coerente con il fatto che sono un vecchio atleta, pratico ancora attività sportiva intensiva, ho 37 anni e sono un pò sovrappeso e un paio di mesi fa ho avuto una seria contusione del muscolo dorsale sx a causa di uno sforzo eccessivo in condizioni di scarso riscaldamento), però poiché ho anche una vecchia tendenza alla dispepsia, al meteorismo e al gonfiore addominale e non ho una dieta proprio sanissima, vorrei avere un parere circa la natura (se muscolare o intestinale) del dolore. aggiungo che non ho notato nessuna modificazione della defecazione o della minzione, che risultano regolari da tutti i punti di vista. è un periodo di forte stress per me e questo forse mi induce un'ansia ingiustificata, tuttavia vi sarei molto grato se poteste darmi qualche chiarimento o indicazione diagnostica. grazie per l'attenzione
[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente nell'attesa della risposta dei colleghi,
il dolore al fianco sinistro può avere varie cause come da lei già ipotizzato: dolore muscolare ma anche derivanti da terminazioni nervose (bisogna escludere patologie tipo erpes), dolore da eccessiva distensione intestinale (non sempre associata ad alterazioni dell'alvo ed in questo caso bisogna escludere la presenza di intolleranze alimentari), infine da non escludere l'origine renale da presenza di calcolo. Ovviamente quelle sopra elencate sono le cause più comuni.
Il tutto lo si può chiarire dopo accurata visita ed eventualmente l'escuzione di esami quali quelli del sangue delle urine, una ecografia ed una Rx addome.
[#2] dopo  
Utente 163XXX

Iscritto dal 2010
grazie mille per la sua risposta. poiché il dolore è passato, ho trovato molto sollievo da massaggi con gel antinfiammatorio e constato una grossa connessione di questo dolore con determinati movimenti e attività, sono abbastanza convinto che la sua natura sia prettamente muscolare. in ogni caso seguirò il suo consiglio e farò ulteriori esami per escludere altre cause. grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prego!