Utente 222XXX
salve, ho bisogno di un consiglio.
mio marito ha 34 anni. non fuma, non beve, ma fa una vita molto sedentaria, per circa 10 ore dietro la scrivania, con tutto lo stres che un ufficio commerciale possa offrire! quindici giorni fa ha accusato un dolore fortissimo sotto lo sterno, un po spostato a sx. un dolore a intermittenza, lui lo paragonava ad uno "crampo" al polpaccio ma cento volte piu forte da togliere il respiro, ad intervalli sempre piu brevi. siamo corsi dal medico curante che subito ha fatto l'ecg, e tutto sembra in regola, anche se parlava di ritorno non perfetto.gli ha somm uno spasmex e ci ha mandato in ospedale. li hanno fatto gli esami del sangue( ok), una diretta addome (distensione del colon), eco addome, solo a dx (ok). siamo tornati a casa, il dolore continuava anche se minore siamo andati a fare un eco: molto liquido nello stomaco che non permetteva di vedere bene il pancreas. il resto ok. ci consigliano gastroscopia. Lunedi è stata eseguita, con risultato un'incontinenza della valvola, ma niente di rilevante. Ci hanno detto di non sottovalutare il cuore. Secondo voi devo preoccuparmi?ieri sera lamentava un fastidio nel respirare, sul petto. lo vedo un po affaticato nel vestirsi la mattina, o nel salire le scale. Suo padre ha avuto un infarto. potrebbe trattarsi di angina pectoris? visto che qui tutti sottovalutano la cosa quali esami possiamo fare anche privatamente? grazie infinite per esserci

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
è del tutto presumibile che i colleghi del pronto soccorso abbiano già valutato una ipotesi cardiologica, tuttavia se vuole esser davvero sicura delle reali condizioni cardiache di suo marito effettui un test da sforzo.
Ne parli ovviamente anche al curante.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille per avermi risposto. Purtroppo non sempre si ha davanti qualcuno che riesce a capire la propria situazione. Dico solo che pensavano che mio marito avesse mangiato troppo, e che quindi fingesse. Comunque loro escludevano un problema cardiaco( a farci pensare al cuore è stato il gastroenterologo!), e volevano ricoverarlo per effettuare una colon. sarebbe utile anche un eco cuore?
[#3] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
Dopo tanto mi faccio di nuovo presente. Oggi finalmente abbiamo finito di fare i vari accertamenti: Colonscopia tutto ok. La prova da sforzo ha dato come resistenza 92%, ma con il recupero siamo messi proprio male. Il dottore ha dovuto sospendere la prova per questo motivo. Ha commentato che il suo cuore si comporta come quello di un uomo di 85 anni. I trigliceridi sono a 416, il colesterolo buono a 24 e quello cattivo a 220. Gli hanno consigliato una dieta per i valori alti e il camminare per far salire quello buono e aiutare il cuore. La pressione è anche un po alta. voi concordate? Dato che da noi soprattutto d'inverno non è possibile fare lunghe passeggiate (ricordo che lui fa una vita sedentaria) consigliate il nuoto o utilizzare un'ellittica a casa?