Utente 888XXX
Salve,
sono una ragazza di 29 anni e frequento spesso il vostro sito dato che sono una persona abbastanza ipocondriaca ed ansiosa.
Tra le varie paranoie che periodicamente mi attanagliano, l'ultima in ordine di apparizione riguarda degli improvvisi e brevi attacchi di tachicardia.
Da un pò di tempo ho notato di avere questi attacchi, solitamente legati a momenti di emozione, ma a volte si presentano anche in momenti di assoluta calma.
Praticamente sento il cuore che accelera i battiti, lo sento battere fortissimo come dopo una corsa intensa, e poi, dopo meno di un minuto, torna alla normalità.
Altre volte invece ho comunque la sensazione costante che il mio cuore batta più velocemente del normale (non una vera e propria tachicardia) e in questo caso la sensazione permane per ore.
Ho provato a misurare il battito cardiaco in questi casi, e mi sembra si aggiri sugli 80 battiti al minuto.
So che è impossibile fare una diagnosi senza il supporto di adeguate analisi o prove, ma volevo chiedervi se, degli eventi del genere, possano essere riconducibili a disturbi di ansia, di cui soffro, a fasi alterne e sempre con mille conseguenze diverse, da anni.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
per come descrive i suoi disturbi, è del tutto verosimile che essi debbano esser dovuti a fatti ansiogeni, o comunque legati alla sua particolare emotività. Stia serena, saluti.