Utente 250XXX
Salve,
sono un ragazzo di 21 anni. Il consulto che sto sottoponendovi non è semplice, non esagero dicendo che mi hanno visto decine di specialisti e i molti di loro hanno risposto: bo.

Anamnesi
un anno fa, in aprile 2011, studiando ho alzato lo sguardo e dal nulla ho visto la comparsa del sintomo.
In quel periodo avevo preso Tobradex pomata

Sintomo
la parte più difficile. Avete presente quando guardando la televisione questa ha disturbo nel segnale?il risultato è come un movimento dell'immagine, quasi come se ci fosse un muro d'acqua tra l'osservatore e lo schermo. Quindi la mia vista è così.
Vedo sempre questo movimento, queste stelline come se fossi in crisi ipoglicemica, che affliggono tutto il campo visivo. Per spiegarllo agli specialisti che mi visitano spesso uso il paragone con quando strofini gli occhi e dopo appaiono quelle scintille fitte, in tutto il campo, anche a occhi chiusi.
Per come si manifesta è particolarmente evidente quando osservo oggetti monocromatici. Quindi muri bianchi e il cielo.
Quando sono all'aperto lo noto unicamente guardando il cielo e guardando le pareti di una casa. Essendo gli ambienti più colorati lo soffro meno che rispetto ad uno spazio chiuso dove è particolarmente evidente.
La sera lo vedo di più per il fatto che il nero omogeneizza il colore. Tuttavia a questo non si accompagna una perdita di acuità visiva.

Dettagli aggiuntivi
-12/10 ad entrambi gli occhi
- Miopia di -1,75
- nessuna storia di malattie genetiche in famiglia
- la notte non soffro di emeralopia vedo tutto bene (guido senza alcun problema)
- con gli occhiali il sintomo migliora, con gli occhiali da sole il sintomo migliora
- è strano ma quando guido e tra me e l'esterno c'è parabrezza e occhiali il sintomo è molto ridotto quasi scompare
- questa visione "a pixel" continua anche se chiudo gli occhi ed è uguale a che fossero aperti. Sembra sempre in continuità da un occhio all'altro
- pochi giorni prima avevo fatto un illusione ottica su un video che mi aveva dato una vista simile

Esami svolti:
- 7 volte il fondo dell'occhio ed è tutto nella norma
- Campo visivo a settembre regolare
- RMN encefalo senza contrasto a settembre ed è regolare
- Perizia psichiatrica tutto ok
- ERG una settimana fa e risultato è: ampiezza ridotta e latenza nella norma

Su Elettroretinogramma:
Inizialmente c'era il sospetto di degenerazione tappeto-retinica. Sono stato terrorizzato dall'Ortottista, ma i medici un po' mi hanno rassicurato. Uno specialista di Siena mi ha assolutamente rassicurato dicendo che l'ampiezza ridotta non è sintomo di una condizione patologica. Altri a Perugia invece vogliono indagare con tabella dei colori e fluorangiografia.
I colori tuttavia li vedo benissimo e nessuna storia di daltonismo o discromatopsie in famiglia
Che ne dite di questo risultato dell'ERG?la caduta di ampiezza in tutti e tre i grafici è sempre quadro di Patologia?

A questo punto vi chiedo aiuto sulla mia situazione. Sarò grato a chiunque provi ad aiutarmi.
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Citroni
28% attività
12% attualità
16% socialità
DARFO BOARIO TERME (BS)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
Perovi a portare COSTANTEMENTE la correzione, come peraltro dovrebbe fare un miope di -1,75 come lei riferisce: presumibilmente,commettendo l'errore di portare la correzione solo quando guida lei mette a fuoco dei corpi mobili endovitreali ed accusa il fastidio.Non ha senso che una persona miope decida di vedere bene solo durante la guida, in questo modo sforza continuamente il suo occhio determinando, oltre ai disturbi accusati, anche un peggioramento delle condizioni visive: tenga SEMPRE la correzione, sia essa con occhiali o lenti a contatto e, sono convinto, il sintomo sparirà.
[#2] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Comincio ringraziandola per il consulto. Approfittando della sua gentilezza, quindi secondo lei non dovrei molto concentrarmi sulla riduzione dell'ampiezza dell'Elettroretinogramma?
Sono uno studente di Medicina, quindi può ben capire come le mie giornate trascorrano soprattutto sui libri. Io non tengo mai la correzione mentre studio e né tanto meno mentre prendo appunti a lezione, dovrei?Ero stato abituato con la scuola di pensiero di alcuni oculisti che ho avuto il cui motto è:"meno correggi e meglio è". Però devo dire il suo ragionamento è più che valido.
Ciò poi giustificherebbe anche il fatto che quei movimenti li vedo anche ad occhi chiusi?
Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Citroni
28% attività
12% attualità
16% socialità
DARFO BOARIO TERME (BS)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
Io da sempre sono dell'idea che un occhio debba vedere SEMPRE bene: mi spiego: un soggetto emmetrope ( parlo con uno studente di medicina quindi uso termini medici ) non deve portare occhiali quando legge o studia, a meno che non abbia una certa età e sia presbite; di conseguenza il soggetto miope come è lei perchè deve togliere la correzione per vicino? Deve abituarsi a guardare a 33 cm. e non, come è sicuramente solito fare, più da vicino: usi la sua accomodazione che attualmente sta RIPOSANDO . Per quanto concerne l'ERG non mi pare sussistano presupposti patologici, comunque, per sua sicurezza, tra 6 mesi lo ripeta, dopo che avrà corretto COSTANTEMENTE i suoi occhi, considerando che nei primi periodi farà fatica: tenga duro. Glielo dice un oculista che, sino al 1999 ha sempre portato ochhiali prima e lac dopo senza mai toglierli per vicino, ed oggi, dopo l'intervento di PRK che mi sono fatto fare nel 1999 con il laser che uso anch'io, posso leggere ancora senza bisogno di occhiali, nonostante i miei 60 anni!
[#4] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Dottore è stato molto convincente. Lei è il primo che abbia ragionato sul problema e non mi ha semplicemente smistato a fare mille esami. La ringrazio davvero per il suo consulto così rapido ed efficace. Ora seguirò il suo consiglio e ho iniziato sin da subito a portare sempre gli occhiali anche durante lo studio. Devo dire che ho già notato che, spontaneamente, tendo a stare più lontano dal libro.
Terrò duro e spero finalmente di risolvere questo problema così fastidioso.
Grazie ancora!