Utente 250XXX
Salve, sono una ragazza di 24 anni e da circa 5 anni soffro di attacchi di extrasistole abbastanza violenti; Li chiamo attacchi perchè possono durare anche dai 5/10 minuti a 25/30 minuti. A volte posso averli per un intera giornate e addirittura ho vissuto una settimana intera con questi attacchi svegliandomi persino nel cuore della notte in pieno sonno. Questi episodi mi scatenano un forte attacco di tosse, che mi preoccupa e mi confonde, dato che nessun dottore fin'ora ha mai saputo spiegarne il motivo. La tosse sembra che derivi dai bronchi o polmoni, come una tosse grassa ma senza fuoriuscite di catarro. La tosse può durare qualche secondo, o minuti, o ore, e poi sparisce del tutto. I momenti in cui avverto l'extrasistole sono causati da vari avvenimenti, da piccoli sforzi a momenti di rilassamento; sbadigli, agitazioni, nervosismo, euforia, mentre mangio o dopo, e mentre bevo. Ho fatto parecchi elettrocardiogrammi con esiti negativi e un solo ecocardiogramma che ha rilevato un soffio congenito ( il cardiologo ha detto che non è niente di grave). Ho fatto controlli per la tiroide che ha evidenziato una tiroidite (avuta qualche anno prima) attualmente inattiva, microcisti alla tiroide, ma valori nella norma.
Questi attacchi sono forti, frequenti e non mi lasciamo vivere in tranquillità, limitandomi in molte attività, tra cui principalmente sportive. Le mie domande sono queste. E' possibile avere attacchi di extrasistole da diversi anni causati da ansia e stress? Dovrei approfondire ulteriori analisi al cuore? Dovrei consultare anche uno pneumologo? Attacchi di extrasistole trascurati per diversi anni possono portare a problemi cardiaci? Grazie infinitamente dell'attenzione e resto in attesa di una gentile risposta

Cordiali saluti
V.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La sintomatologia che lei riferisce necessita di essere indagata ulteriormente, ad esempio con un Holter cardiaco delle 24 ore. Sarebbe inoltre importante escludere patologie esofagee mediante ha gastroscopia.
Ne parli con il suo medico
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Lei pensa che questa tosse, che spesso si scatena anche senza attacchi di extrasistole, sia da ritenere importante e associare ad anomalie cardiache o dovrei parlarne anche con un pneumologo?
La ringrazio della Sua cortese attenzione
Cordiali saluti

V.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
In presenza di tosse insistente e' sempre bene eseguire una rx del torace in due proiezioni e se questa fosse negativa, eseguire uno studio dell'esofago per escludere un reflusso gatroesofageo od un'ernia jatale.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto della cortese risposta
e porgo cordiali saluti