Utente 248XXX
Sono un uomo di 46 anni, oggi, nel corso di una rx esofago-stomaco-duodeno, mi è stata diagnosticata un'ernia gastrica iatale da scivolamento. La cosa strana è che nella gastroscopia che avevo eseguito circa 7 mesi addietro, questa patologia non era stata evidenziata. Che terapie mediche si possono seguire per curarsi ? E' una patologia reversibile, nel senso che può regredire ? P. S. l'unico disturbo che avverto è il reflusso gastrico se mangio abbondantemente (ecco il motivo per il quale ho eseguito gli accertamenti). Grazie per l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo,

L'ernia iatale è un'alterazione anatomica e non ci sono cure mediche. Quello che bisogna curare è l'eventuale reflusso gastroesofageo associato. Nel suo caso ci sono scarsi sintomi e elbani all'alimentazione per cui è necessario solo un corretto regime alimentare come riportato nell'articolo al link:

http://www.medicitalia.it/minforma/scienza-dell-alimentazione/787-reflusso-gastro-esofageo-tavola.html

Per quanto riguarda la discrepanza tra gastroscopia radiografia ci può stare in quanto a volte le alterazioni della valvola cardiale sono minime e dipende dalla modalità di valutazione a rilevarle. Ma non è l'ernia il problema, ma solo il reflusso che ha valore nella clinica.

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la risposta. Ho letto da qualche parte sul web che a volte questa patologia è reversibile, cioè che potrebbe regredire spontaneamente. E' così ? Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'ernia non è reversibile, ma si puo evitare che questa peggiori. Comunque è il reflusso che deve essere controllato. Ci sono soggetti con ernia, ma senza reflusso e pazienti con reflusso senza ernia.

Saluti