Utente 248XXX
Sono un uomo di 46 anni, oggi, nel corso di una rx esofago-stomaco-duodeno, mi è stata diagnosticata un'ernia gastrica iatale da scivolamento. La cosa strana è che nella gastroscopia che avevo eseguito circa 7 mesi addietro, questa patologia non era stata evidenziata. Che terapie mediche si possono seguire per curarsi ? E' una patologia reversibile, nel senso che può regredire ? P. S. l'unico disturbo che avverto è il reflusso gastrico se mangio abbondantemente (ecco il motivo per il quale ho eseguito gli accertamenti). Grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo,

L'ernia iatale è un'alterazione anatomica e non ci sono cure mediche. Quello che bisogna curare è l'eventuale reflusso gastroesofageo associato. Nel suo caso ci sono scarsi sintomi e elbani all'alimentazione per cui è necessario solo un corretto regime alimentare come riportato nell'articolo al link:

http://www.medicitalia.it/minforma/scienza-dell-alimentazione/787-reflusso-gastro-esofageo-tavola.html

Per quanto riguarda la discrepanza tra gastroscopia radiografia ci può stare in quanto a volte le alterazioni della valvola cardiale sono minime e dipende dalla modalità di valutazione a rilevarle. Ma non è l'ernia il problema, ma solo il reflusso che ha valore nella clinica.

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la risposta. Ho letto da qualche parte sul web che a volte questa patologia è reversibile, cioè che potrebbe regredire spontaneamente. E' così ? Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'ernia non è reversibile, ma si puo evitare che questa peggiori. Comunque è il reflusso che deve essere controllato. Ci sono soggetti con ernia, ma senza reflusso e pazienti con reflusso senza ernia.

Saluti