Utente 583XXX
Salve..sono un ragazzo di 21 anni e da un pò di tempo penso di avere dell'ansia da prestazione ma nn di soffrirne in modo cronico.Mi spiego..Sono fidanzato da 7 mesi con una ragazza,all'inizio della storia anche un bacio mi portava all'erezione.Con il passare del tempo quando questo non accadeva( capisco che non puo avvenire sempre)finiva per farmi porre l'accento su questo piuttosto che sul fatto che a volte avveniva.Ultimamente quando abbiamo spostato i nostri incontri anche a casa a volte non ho un erezione o un erezione appieno(se si puo usare questo termine) a volte mi blocco anche quando devo abbassare i pantaloni..Non so penso che ciò avvenga perchè non l'ho mai fatto e mi sembra che la mia ragazza possa giudicarmi anche per le dimensioni del mio pene (anche se lei mi ha fatto notare che per lei le misure non sono importanti e che cmq non sono messo male)insomma è una situazione contraddittoria però vorrei mettere la parola fine a tutto questo per essere sereno.L'ultima precisazione sta nel fatto che cmq in due occasioni ho fatto del sesso orale con una ragazza quindi un minimo di parte positiva nella situazione c'è..Io penso sia un problema solo di freni inibitori ma lo vorrei risolvere.Grazie in anticipo per la risposta.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro ragazzo come dire...se non si inizia non si può testare! Allora coraggio con l'aiuto della partner si può tranquillamente risolvere visto che state insieme da molti anni.
Diversamente affronterei il problema sotto il profilo psicogeno, cercando di rimuovere le cause che potrebbero influenzarti!
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#2] dopo  
Utente 583XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la risposta..io a volte cerco di rilassarmi ma se solo per un secondo penso a quello che accade li sotto è la fine perchè non ne riesco a venire più a capo della situazione..grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
questa cosa da lei descritta è proprio un' "ansia da prestazione". A volte si impara a controllarla da soli spesso bisogna ricorrere all'aiuto di uno specialista. Come spesso ripeto da questo sito, vista anche la sua "giovane" età, approfitti di questi "disturbi-malesseri" e non sicurezze , per conoscere finalmente , se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia. Impari dalle sue compagne e dalle donne che la circondano che sicuramente ,alla sua età, già conoscono il loro o la loro ginecologa.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
sono daccordo con il collega Beretta
[#5] dopo  
Utente 583XXX

Iscritto dal 2008
Vi ringrazio per il consiglio..per adesso vorrei vedere se riesco a risolvere il problema senza rivolgermi ad un andrologo..penso di riuscirci..grazie ancora per il vostro consiglio.
Cordiali saluti
Claudio.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro giovane lettore,
senza drammi inutili , valuti bene la sua attuale situazione ma, se il problema non dovesse risolversi, bisognerà poi fare riferimento ad uno specialistica ed in questi casi la figura più adatta è un esperto andrologo.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#7] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
colgo l'occasione per segnalare che dal 10 al 15 marzo ci sarà la settimana di prevenzione andrologica per cui è possibile effettuare visita andrologiche gratuite presso i centri che aderiscono all'iniziativa
basta consultare il sito www.andrologiaitaliana.it consultando i centri che aderiscono