Utente 144XXX
Salve,

la mia ragazza soffre di un curioso quanto fastidioso problema. Non può ridere di gusto per più di circa un minuto, senza che questo le provochi una crisi.
Non sono sicuro che questo tipo di crisi sia una crisi asmatica perchè non ne ho mai vista una ma vi assicuro che fa paura.
Io e lei siamo insieme da 5 anni e le è successo già una decina di volte, l'ultilma delle quali questa sera durante uno spettacolo comico.
Prima della crisi ride normalmente come chiunque fino a quando non scatta qualcosa e come se le mancasse l'aria inizia ad annaspare violentemente in cerca di ossigeno, facendo respiri corti, estremamente veloci, sudando freddo e piangendo grosse lacrime.
La crisi fortunatamente non dura molto ma quanto basta da trasformare un momento di gioia e allegria in paura pura.
Non le è mai capitato di avere crisi simili a queste in condizioni normali o durante attività fisiche.
Ha già provato ad andare dal suo medico di base più volte descrivendo il problema ma non le sono stati prescritti esami di nessun tipo, tantomeno eventuali cure o inalatori.
A chi possiamo rivolgerci per risolve o quantomeno tenere a bada il problema quando questo si presenta? Potrebbe trattarsi di crisi asmatiche? Se si, per quale motivo si presentano solo dopo prolungate risate?

Vi ringrazio infinitamente per la vostra disponibilità
[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORRE ANNUNZIATA (NA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile signore
potrebbe trattarsi di una crisi asmatica,dovuta prevalentemente ad una broncoreattivita' aspecifica,queste crisi possono essere scatenate da una risata,una forte emozione ,uno sforzo fisico o l'inalazione di sostanze volatili irritanti tra cui il fumo di sigaretta.A volte queste crisi si verificano in soggetti con allergia respiratoria,pertanto risulta utile approfondire con una consulenza allergologica ed esami specifici tra cui test di conferma della broncolabilità ed esame spirometrico.Consiglio eseguire anche un ECG,un eco cuore ed un doppler dei vasi sovraortici
un cordiale saluto