Utente 251XXX
Buongiorno. Innanzitutto i miei più sinceri complimenti per il servizio che offrite.
Da circa 20 gg ho scoperto di essere iperteso, mia madre lo era, con picchi che sono arrivati anche a 210/110. Così sono andato da un cardiologo che mi ha visitato, riscontrando quanto segue: E.O. Toni cardiaci netti, ritmici; soffio sistolico 2/6L al mesocardio. Torace con murmure vescicolare aspro e ridotto diffusamente. Addome palpabile, non dolente. Non soffi carotidei nè edemi declivi.
Ecocardiogramma: Ventricolo sinistro di normali dimensioni con spessori di parete lievemente aumentati (SIV 12 e PP 11.4 mm). Cinesi segmentaria normale. FE 78%. Atrio sinistro dilatato (19cmq); bulbo aortico 40mm e aorta acendente 42 mm dilatati; sezioni destre normali. Apparati valvolari e pericardio indenne. Colordoppler: Insuffucienza mitralica lieve. Il Cardiologo mi ha prescritto Giant 20/5 mg 1 compressa al giorno la sera e mezza compressa di cardicor la mattina.
In questo modo riesco a tenere la pressione sotto controllo. Il mio terrore è dovuto all'aorta dilatata, ho paura che possa proseguire nella dilatazione, costringendomi all'intervento. Il mio Cardiologo mi ha spiegato che per arrivare a 42 mm soffrivo di pressione già da tempo e non me ne ero accorto. Lei pensa che sia effettivamente così, è possibile che la dilatazione dell'aorta si fermi? La mia paura aumenta, quando durante la giornata a volte mi ritrovo 140/90, anche se poco dopo scende.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Concordo pienamente con il collega. E normale trovare in un cuore iperteso un bulbo aortico di dimensioni lievemente aumentate, ma un buon controllo dei valori tensivi arresta un'eventuale tendenza alla dilatazione. Faccia i suoi controlli di routine previsti nel followup del paziente iperteso e stia sereno. Cari saluti, Ugo
[#2] dopo  
Utente 251XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la risposta Dott. Ugo Miraglia.
Il mio medico curante mi ha anche detto che il mio problema più grosso è l'ansia. Ma per escludere efentuali patologie mi ha fatto fare degli esami come emocromo, potassiemia, creatinina e diversi altri, che risultano nella norma, compreso l'esame delle urine. Gli unici due valori che ho trovato alterati sono il colesterolo totale, 140 - 200 il mio 267 , mentre l'HDL era ottimo ed i trigliceridi 60 - 165 il mio 210. Non bevo alcolici (l'unico mio vizio è il fumo che proverò a togliere) ma il medico mi ha ugualmente detto cosa posso e non posso mangiare.
Ho fatto anche un'ecografia in tutto l'addome compresi reni e risulta tutto regolare. Il cardicor mi è stato prescritto perchè quando mi si alzava la pressione e mi recavo al pronto soccorso, mi trovavano le pulsazioni anche oltre i 100, adesso riesco a mantenerle tra le 60 e 70, senza quasi mai superarle. La cosa strana che mi succede ultimamente è che mi è aumentato l'acufene all'orecchio destro, di cui soffro dal 2001 ed a volte mi sento il volto caldo, come se avessi la febbre e quest'ultimo sintomo a volte concide con le variazioni di pressione. Ma come le ho detto nel precedente post, la cosa che mi terrorizza è una eventuale dilatazione dell'aorta, ma come dice lei, tenendo la pressione sotto controllo si fermerà. Questo lo saprò quando farò la seconda visita, prevista per i primi di luglio, a due mesi di distanza dalla prima.
Grazie ancora.