Utente 216XXX
salve,vi scrivo perche a 27 anni non mi riconosco più,premetto che da quanto mi hanno detto i dottori e familiari sono diventata parecchio ansiosa ma non riesco a placare la mia paura su alcune cose che mi affliggono costantemente,e credetemi non vivo più...da circa un anno e poco più ho continui attacchi di panico e pensieri ossessivi ma la cosa che mi spaventa di più è il mio cuore ho dei tuffi continui al petto durante il giorno,come tonfi oltre a dolori toracici improvvisi e palpitazioni,mi misuro continuamente i battiti perche li sento irregolari,e inoltre appena provo anche minime emozioni sento delle cose strane al petto,inoltre mi affatico subito e ho persino paura a correre o camminare temo mi prenda un infarto non riesco tra un po nemmeno ad andare a lavoro,ho fatto visite al pronto soccorso ed esami privati elettro ed eco analisi sangue enzimi,sono andata da uno psichiatra e prendo xanax e un altro medicinale ma alle volte lo smetto,mi dicono che è somatizzazione da ansia,ogni parte del corpo mi sente improvvisamente e mi vengono tutti i sintomi dell'infarto e mi preoccupo non so mai se è la mia paura o la verità...secondo voi devo preoccuparmi?può l'ansia provocare tali e forti disturbi?non parlando poi di giramenti di testa nausea vertigini colpi di calore etc...non so piu con chi parlare assillo tutti sto impazzendo non riesco a dirmi stai tranquilla è solo ansia va tutto bene perchè ho paura che sottovalutino il problema...sono ipocondriaca e ho paura folle di morire da un momento a un altro per cose improvvise come si leggono tutti i giorni...che devo fare?aiutatemi per cortesia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
L'ipocondria va curata con la psicoterapia, altrimenti rischia di intrappolare tutta l'energia di una persona e di rinchiuderla in una prigione fatta di ansia ed angoscia. Da un punto di vista strettamente cardiologico posso solo dirti che somatizzare sul cuore e' molto frequente, con una serie di sintomi che mimano le patologie cardiache. Fai dei controlli dal tuo medico o da uno specialista ed una volta tranquillizzata affronta il problema con lo psicologo, se no rischi di ricominciare dopo pochi giorni con nuove ossessioni. Un caro saluto, Ugo