Utente 123XXX
Buongiorno Dottore,
giorni fa ho eseguito l'analisi del sangue attinenti la tiroide (i cui valori sono nel range) e nell'esame riguardante l'emocromo gli eosinofili sono alti: 7.3% quindi 0.63 in cui il limite è inferiore a 0.40. Nelle altre analisi effettuate a Dicembre ho riscontrato che erano più alti: 9.9% quindi 0.82 con limite inferiore a 0.40.Secondo il mio medico si tratta di una forma di allergia o intolleranza alimentare, e mi ha consigliato di eliminare quegli alimenti che disturbano il mio intestino. Infatti un paio di mesi fa ho avuto una forma di gastrite che, a parer del mio medico, era dovuta al consumo eccessivo di legumi e verdura. Al momento non mi ha prescritto nessuna analisi, ma, documentandomi sul web, ho scoperto che la situazione potrebbe essere più seria e grave. Premetto che non vivo con animali in particolar modo gatti e che sono stata in paesi tropicali nel giugno scorso attenendomi alle normali norme igieniche.Inoltre mi sono accorta che le mie feci sono molli e l'evacuazione avviene una volta al dì. Sinceramente sono preoccupata e non so da che parte iniziare. Ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
un valore di 800 eosinofili per microlitro non può destare di per sé alcuna preoccupazione; 600 rappresenta addirittura un dato normale (ed è il più recente).
Pertanto l'atteggiamento del Suo medico curante appare condivisibile. In assenza di ulteriori indicazioni basta controllare periodicamente l'emocromo, ricorrendo ad approfondimenti diagnostici solo nel caso in cui il numero degli eosinofili dovesse risultare significativamente alterato.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno Dottor Marchi,
La ringrazio per la risposta così celere. Ieri ho avuto un ulteriore colloquio con il mio medico il quale, per tranquillizzarmi ulteriormente, mi ha prescritto i Prick test che effettuerò a luglio se sarà necessario. Seguirò il Suo consiglio, ossia quello di monitorare l'emocromo e se poi la situazione dovesse peggiorare o migliorare prenderò la giusta decisione. La ringrazio ancora e Le auguro una buona giornata.