Utente 200XXX
Salve, la mattina scorsa mi sono infortunato il polso cadendo, sul momento ho pensato fosse solo una botta e basta perchè riuscivo a muoverlo tranquillamente e non avevo avvertito nessuna slogatura/frattura ma le cose sono cominciate a peggiorare, il polso continua a gonfiarsi e non vedo guarigione.

Descrivo la situazione: la parte gonfia è ''all'interno del braccio'' sulla destra (con il palmo della mano rivolto verso l' alto), riesco a muovere il polso bene ma non riesco a stendere le dita ne a stringere oggetti in mano, il pollice si muove bene.

Mi trovo in america e nella clinica presso la quale sono assicurato (senza fare esami o radiografie, solamente ''a tatto'', da parte di un medico generico, mi hanno consigliato di prendere dell' ibuprofen in attesa che tutto si risolva da se.

Io vorrei capire da un medico italiano se questo scenario gli suggerisca un problema più complesso, e soprattutto quando potrò tornare ad avere una mano abile (visto che mi serve per lavorare)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

il suo trauma potrebbe essere una semplice contusione come potrebbe nascondere una frattura ad esempio dello scafoide carpale: faccia la radiografia del polso, compresa la proiezione per lo scafoide.

La frattura di questo ossicino può restare facilmente misconosciuta perchè il dolore è modesto, talvolta assente.

Può anche assumere l'antiinfiammatorio per due o tre giorni, ma comunque deve fare l'Rx entro un paio di settimane: solo in questo modo si può escludere un danno allo scafoide.

Buon pomeriggio.