Utente 246XXX
Buongiorno, volevo chiedere un consulto da un cardiologo, sono un ragazzo di 30 anni, un paio di volte in 5 anni solo giocando a pallone ho riscontrato una tachicardia, la prima volta il cuore batteva veloce più del normale sotto sforzo ma regolare, nessun altro sintomo solo un grande spavento e poi attacco si panico, il tutto è durato 2/3 minuti, la seconda volta sempre a calcio la stessa cosa ma il battito mi sembrava irregolare, questa volta ero sotto stress perchè lavoravo e studiavo la sera, in più prima di giocare avevo bevuto il quinto caffè della giornata e avevo fumato un sigaretta, più avevo preso un aulin per il mal di testa dopo un'esame di scuola! Il fatto che ho fatto tutti gli esami possibili: quest'anno ho fatto 2 volte l'esame sotto sforzo, ecocolordopler, holter, elettrocardiogramma, tiroide e per finire lo studio elettrofisiologico endocavitario, tutto nella norma! Solo 10 bevs nell'holter, infatti soffro di extrasistoli, ma dicono che è ansia.
Premetto che sono in tipo molto ansioso, ma io mi chiedo è possibile che l'ansia o lo stress possa incidere così sul cuore? Posso stare tranquillo dopo tutti questi esami o devo fare altri esami? Quando invece faccio corsa o nuoto non mi succede nulla, anzi sto bene!
Mi scuso per la lunghezza del consulto.
Grazie mille per la cortese attenzione.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
i suoi fenomeni sono da considerare del tutto fisiologici e legati al particolare stress fisico che richiede il calcio, inoltre la mole di esami sostenuti, tutti negativi, sono sicuramente indizio di una buona funzionalità del suo cuore.
Stia sereno.
Saluti
[#2] dopo  


dal 2013
Grazie mille per la risposta.
Saluti.