Utente 221XXX
Salve ancora,
da circa un anno la parte retrostante della mia lingua è perennemente bianca e le papille sembrano leggermente ipertrofiche. Non ho alcun genere di malattia, ho una ottima igiene orale e una corretta alimentazione. Ho notato che l'unico modo per attenuare questo disagio è fare sciacqui con acqua e bicarbonato o semplicemente lavare la lingua con del bicarbonato. Ogni mio altro tentativo come assumere delle vitamine, mangiare più ancora più regolato ecc... ha fallito miseramente.
Il problema è che questa patina mi crea un alitosi persistente con la quale non riesco più a convivere.

Ora volevo sapere, dato che il mio otorino e anche il mio medico di base hanno escluso sia candida che reflusso ed hanno minimizzato la cosa, cosa può essere che non va? Dovrò passare tutta la vita in questo stato?

Per favore non ditemi che devo pulire meglio la lingua perchè ho provato di tutto e non funziona.


[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
Leggo dai vari consulti trascorsi che il suo è un problema che oramai l'affligge da tempo,
Come saprà la lingua bianca è una condizione abbastanza diffusa in cui si trova la lingua quando è totalmente o parzialmente ricoperta, appunto, da una patina bianca (muco).

Dando per scontato che avrà già effettuato ricerche colturali ed escluso cause come il mughetto e patologie varie (epatiche e/o intestinali), le vorrei citare alcune motivazioni su cui poter riflettere:

- Alimentazione: un’alimentazione ricca di grassi e colesterolo (farinacei, latticini, formaggi) o di zuccheri favorisce la creazione di squilibri della flora batterica e, di conseguenza, la proliferazione di muco, che si deposita sulla lingua. Al contrario, anche una dieta restrittiva può essere causa di lingua bianca perché congestiona la digestione, con conseguente ristagno di muco nell’apparato digerente (e quindi anche sulla lingua).

- Secchezza del cavo orale: se lo strato mucoso che riveste le pareti del cavo orale è scarso, il cavo orale diventerà secco, provocando lo sfaldamento delle cellule da cui è composto. I residui di cellule morte prodotte si depositano sulla lingua, formando uno strato di patina bianca. La secchezza del cavo orale può essere causata da assunzione di particolari farmaci, da scarsa idratazione e dall’abitudine di respirare con la bocca aperta.

- Stress: in condizioni di stress le ghiandole surrenali producono livelli più alti di adrenalina. L’aumento dell’adrenalina produce modifiche nella composizione del sudore e della saliva, favorendo la produzione della patina bianca.

Mi ritenga disponibile
[#2] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
Speravo qualcosa di più di un copia e incolla. Comunque per quanto riguarda il fatto che solo grazie al bicarbonato riesco a debellare, almeno in parte, questo problema, da cosa può dipendere? E' una cosa normale o solo in particolai condizioni?
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il di più che lei cerca in un consulto on-line non può andare oltre quelle che sono le cause oramai note e codificate,

pertanto comuni al bagaglio di ogni medico,

tanto che esistono prestampati appositi che si assomigliano un pò tutti,
Tanto che le avevo selezionato ed ovviamente ricopiato solo le cause non legate a patologie importanti.

Pertanto non si può, purtroppo inventare nulla di quello che già non si sappia,
E che probabilmente le sarà stato ampiamente detto e ridetto nei vari consulti da lei richiesti sul medesimo problema.

Visto quanto dichiarato nel presente consulto,
<<ho una corretta alimentazione>>
e nel precedente di alcuni giorni fa
<<Potrei riconoscermi in una alimentazione un po' scorretta che sto tentando di migliorare>>

voglio dirle se le può servire, vista la sua storia, che il bicarbonato le determina solamente una pulizia della supeficie linguale e del muco, mentre credo si debba orientare sull'ultima delle cause che le ho enunciato.

Cordialmente