Utente 251XXX
buongiorno , avrei bisogno di un consiglio su cosa fare o cosa pensare ,dato che da un paio d'anni mi sono accorta di soffrire di ipocondria e come ben sapete non è un gran bel vivere... ora il mio problema primario è quello di avere da tempo un fastidio con rigonfiamento alla gola/collo che non riesco a risolvere. ho fatto un'ecografia alla tiroide ma è risultato sia un po lenta ma ben funzionante e a quel punto, l'ecografo chiedendomi che sintomi avevo ,mi ha parlato ( secondo il suo modesto parere) di reflusso gastroesofageo, ma io acidità di stomaco ne ho veramente pochissimo ,ciò non toglie che continuo ad avere questo forte problema a deglutire ,anche solo la saliva ,che la sera peggiora fortemente. mi sveglio di notte con un forte senso di vuoto , come se mi si fermasse il cuore, premetto che fumo, ormai da tanto tempo e che sono veramente fuori il mio peso massimo, ma appena tento di mettermi a dieta cominciano delle forti sensazioni di panico e insoddisfazione personale. da 5 anni non faccio più tutto ciò che facevo prima, niente più aereo, niente più moto, niente più giostre , niente più che non sia con piedi ben piantati per terra . ho sofferto per molto tempo di attacchi di panico che pare siano spariti ( e non vorrei urlarlo troppo) , e questo nuovo problema alla gola non mi lascia n pace da parecchio tempo ( circa un anno) e non so più che cosa pensare o che cosa fare. che esami mi consigliate ? premetto anche che vivo fuori dal mio paese originario e che in una città grande come roma prendere un appuntamento che non sia da qui ai prossimi 6 mesi comporta il mio stato d'animo ad arrendersi . Grazie Infinite Per L'ATTENZIONE.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
stando a quanto racconta
(oltre all'ipotesi reflusso, che andrebbe accertata con una gastroscopia)

una delle cause
potrebbe essere il cosiddetto "bolo isterico" (nodo alla gola).

Si tratta di una sensazione di blocco a livello faringo-esofageo, che alcune persone con sintomi ansiosi riferiscono di provare.
In altri casi si può avere la sensazione di un corpo estraneo che impedisce la corretta deglutizione, in altri si ha percezione di soffocamento durante l’atto di mangiare.

Ne parli con il suo curante.

Cordialmente