Utente 241XXX
Buongiorno a tutti, da un pò di tempo sulla rete ho scoperto che esistono sostanze il cui scopo è quello di migliorare molte funzioni del cervello come memoria, apprendimento, capacità mnemoniche e via dicendo, e leggendo qualche articolo qua e là mi sono imbattuto nella sostanza chiamata centrofenossina, che a quanto pare da effetti positivi sul metabolismo cerebrale dando un aiuto a memoria, concentrazione e lucidità mentale, ed è stata a lungo sperimentata con ottimi risultati. La mia domanda è: questa sostanza, praticamente sconosciuta in Italia, ha realmente le caratteristiche che le attribuiscono? Quali sono i possibili effetti collaterali a breve e lungo termine? Quali sono le dosi di assunzione consigliate per un individuo sano e con quali alimenti/farmaci essa non deve essere assunta? Ringrazio anticipatamente per l'attenzione e per le delucidazioni a riguardo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
si tratta di una sostanza che in passato era utilizzata come "energetico cerebral" che è caduta in disuso, al momento è considerata una smart drug; non ha tutti quegli effetti benefici che fanno credere
[#2] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
Dottore La ringrazio per la Sua attenzione e per il tempo che mi dedica e non me ne voglia se Le rubo ancora qualche minuto: volevo sapere qualcosa di piu' su questa sostanza, come ho detto nel mio precedente post:

-Quali sarebbero gli effetti prodotti da questa e con quali modalita' di assunzione per un individuo sano?
- Quali sono le dosi consigliate?
- Presenta tossicita e/o effetti collaterali riguardanti un breve utilizzo?
- E per un tempo di assunzione prolungato?
- Da assuefazione?
-Esistono alimenti e/o farmaci che interferiscono l'assunzione di tale sostanza?

La ringrazio anticipatamente Dottore, per il tempo che mi dedica e spero che Lei possa rispondere alle mie domande
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
il farmaco agisce a livello di un neurotrasmettitore che si chiama acetilcolina la cui azione è fondamentale nel le funzioni cognitive; i dosaggi utilizzati in qualche studio sono stai di 250 mg una o due volte al giorno come effetti collaterali possono riscontrarsi,cefalea,irritabilità,ansia,depressione e stati di tensione muscolare.
Personalmente non lo consiglio,salvo che sia indicato da un medico che stabilisca modalità ben precise di trattamento
[#4] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
Dottore io la ringrazio per la sua grande disponibilità e precisione, le ho fatto queste domande perchè ero stuzzicato dall'idea di acquistare questa sostanza e di farne uso in questo mese in cui sarò costretto a passare molte ore al giorno buttato sui libri in vista degli esami (studio ingegneria, facoltà massacrante per quanto riguarda lo studio), ma allo stesso tempo ho un grande timore di fare qualcosa di sbagliato e per di più senza adeguate indicazioni terapeutiche e dunque abbandonerò questi pensieri. La ringrazio ancora, buona serata e a risentirla!