Utente 251XXX
Salve,
In data 15/05 ho riportato, in seguito ad una caduta, un'infrazione alal base del I metacarpo, Non sono presenti edemi, ma solo dolenza in corrispondenza della base del I metacarpo. (cosi come descritto da referto ortopedico).
Lo stesso dottore ha "faticato" molto ad individuare il problema, riferendomi che la stessa infrazione è appena percettibile.
Mi è stata applicata una valva gessata con presa di I raggio da mantenere per 21gg.
Riporto che non ho problemi nell'articolarità e non ho particolare dolore (se non a pressione), ma solo un leggero gonfiore. Anzi avverto più fastidio nel polso dal momento di applicazione della valva.

Il mio problema consiste nel fatto che essendo arbitro di pallacanestro, in data 19 avrei l'ultima gara della stagione da dirigire (nella mia attività non c'è necessità di toccare la palla, o di entrare a contatto con i giocatori, ma solo di effettuare particolari "segnali" con le mani).

Vorrei sapere se è totalmente sconsigliata la rimozione della valva al solo fine di effettuare la gara, per poi immobilizzare nuovamente la mano con un tutore prescrittomi in sostituzione? quali possono essere eventuali rischi legati ad un fortuito contatto nella zona interessata?

I tutore proposto dall'ortopedico è "Tutore rigido per rizoartrosi" o in alternativa, proposto dall'addetto della sanitaria, una polsiera steccata con immobilizzazione 1° dito (che mi sembra un surrogato della valva applicatami).
Quale utilizzare?

Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

probabilmente entrambi i tutori sono idonei allo scopo.
Ritengo cher può tranquillamente utilizzare il tutore durante la partita.

Buona giornata.