Utente 181XXX
Buon giorno,
premetto che da oltre 40 anni convivo, di tanto in tanto, con la tachicardia parossistica e che conosco bene i sintomi delle extrasistole cardiache che a volta fanno appunto scatenare la tachicardia che nella maggior parte dei casi contengo rapidamente con delle contrazioni addominali o altre pratiche.
Per conoscenza, prendo un farmaco per l'ipertensione e uno per il colesterolo, gli esami del sangue sono regolari salvo la glicemia oltre il limite 110 - 120.
Quello che mi capita ora è invece uno spasmo della durata di un battito cardiaco, potrebbe essere una extrasistole, ma è un po' doloroso e si manifesta sotto lo sterno, nella parte alta o centrale.
Questo mi capita in momenti di tensione emotiva, un po' d'ansia, in fase di leggero sforzo, per l'esattezza e per comprendere meglio la situazione, mentre gioco a golf e solamente in queste occasioni, ...per ora. Tutto questo infatti non mi capita mentre faccio palesta: tappiroullant, ciclet o vogatore o sforzi con i pesi.
Ho già prenotato una visita cardiologica, ma nel frattempo gradirei anche un vostro parere.
Ringrazio cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Magari puoi darci maggiori ragguagli sulla durata e sulla frequenza di questo spasmo. Se conosci la sintomatologia delle extra potrebbe anche non trattarsi di una contrazione cardiaca precoce, ma magari di uno spasmo esofageo.
[#2] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Buon giorno,
posso forse correggermi dicendo che non si tratta di uno spasmo ma di una fitta quasi superficiale, non profonda a livello centrale sullo sterno, quattro dita sotto la giunzione delle clavicole. La durata è quella di un impulso, non prolungato, forse nemmeno un secondo. La fraquenza non esiste. Come dicevo mi capita per ora solo in quella occasione descritta. Ieri infatti nell'arco di due ore le fitte mi saranno capitate tre o quattro volte, ma non nella fase dello swing e quindi nello sforzo, ma semplicemente nella passeggiata lungo il percorso, a volte una singola e avolte un paio a distanza di qualche secondo (5 o 6 sec) Ripeto, non mi è capitato in nessun'altra occasione fino ad ora, io faccio anche delle camminate in montagna. Ritengo che a scatenare la fitta possa influire anche la tensione nervosa (...della competizione amatoriale...)
Ma ciò non togle che di fitta dolorosa si tratta e che vorrei capire se è o non pericolosa.
Dalla descrizione che ho fatto mi sembra che escluderei lo spasmo esofageo che penso si manifesti forse in modo più profondo.
Ringrazio cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Cerca di evitare autodiagnosi, ma rivolgiti con fiducia al tuo medico.
[#4] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Come già ho detto, la visita con il Cardiologo l'ho già prenotata, comunque grazie per il prezioso consiglio, mentre per quanto riguarda l'autodiagnosi, ho solo cercato di darti "maggiori ragguagli" su fatti e sensazioni come del resto da te richiesto.
Ringrazio comunque.