Utente 252XXX
Carissimi medici ho davvero bisogno di un vostro consiglio. Sono mesi ormai che ogni volta che mi faccio la decolorazione ai capelli,appena alla fine mi prende un fortissimo attacco di panico il cuore batte a ritmi fortissimi sento le guance le orecchie e il collo in fiamme mi salgono formicolii violenti dalle mani e non riesco a stare in piedi in preda a una forte dispnea tachicardia e forte senso di svenimento (la vista mi si annebbia vedo molteplici punti scuri e mi sento mancare) appena mi sdraio le tempie mi vanno a fuoco,il cuore lo sento in gola e la dispnea è fortissima spesso rantolo per poter respirare. Passano all'incirca 10 minuti e il disturbo si sposta verso le femorali sento malissimo alla femorale e non riesco a muovere la gamba,ciò che mi preoccupa di più è che il disturbo poi mi si sposta nel'utero causandomi dolori simili al ciclo molto forti io lo definirei più un parto perchè se non urlo è tanto, e passano parecchi minuti (30 all incirca in cui temo un'infarto massivo che mi porti alla morte e in famiglia ci sono già stati casi purtroppo). Finito l'attacco di panico svanisce la tachicardia ma ovviamente il petto mi fa male per un pò di ore a seguire. Oltre ciò subito dopo ho sempre dello spotting dovuto ai crampi lancinanti.
Nel quotidiano mi capita di sentire giorni prima del ciclo dei tonfi al cuore (bum bum bum e poi un bbbum soffocato più lungo e più forte) e parecchi dolori costali e dolori uterini. Sono realmente preoccupata per la salute del mio cuore è consigliabile che io faccia un eco? ah dimenticavo di dire che appena sento arrivare l'attacco assumo 10 gocce di minias pure senza acqua.ed esse non sortono nessun effetto. Io non sono molto convinta che i miei siano attacchi di panico poichè troppo lunghi e troppo forti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
In questi casi, consiglio sempre di fare un controllino dal medico magari con un elettrocardiogramma. Se tutto risulta negativo, come sono sicuro sia nel tuo caso, allora la "mossa vincente" è consultare un bravo psicologo per un ciclo di psicoterapia per evitare di entrare nel circolo dell'ipocondria. Stai serena, Ugo