Utente 189XXX
Salve, scrivo per mia madre, 66 anni.

In data 13/05/2012, iniziò a lamenta forti dolori al lato destro che si espandevano lungo la fascia addominale.
Dato che il dolore non leniva l'abbiamo portata al PS, dove la sintomatologia è rientra a seguito di somministrazione di "toradol spasmex zantac". La diagnosi, a seguito di visita medica, è stata colica renale.

Le è stata prescritta la seguente cura:
- Spasmex cp mattina e sera
- Sol schoum, 3 volte al gg x 7gg
- Toradol fl im all'occorrenza
- es urine
- eco renale

Il giorno seguente, mia madre ha manifestato febbre senza però alcuna sintomatologia dolorosa. Il nostro medico le ha prescritto Ciproxin 500mg da prendere 2 volte al dì per 5gg. La febbre è scomparsa è da allora non ha avuto alcun tipo di problema.

Ha inoltre eseguito un eco renale come prescritto e gli esiti sono i seguenti:

Reni in sede, di regolare morfo-volumetria ed ecostruttura. Rapporto e differenziazione cortico-midollare bilateralmente conservata.

Non si apprezzano immagini da riferire a calcoli intrarenali a destra.

A sinistra, in corrispondenza de calici del gruppo medio-inferiore, si osserva una immagine ecoriflettente, di verosimile natura litiasica di circa 6mm.

Non dilatate le vie escretrici.

come reperto accessorio si segnala una colecisti a pareti ispessite, litiasica per presenza di numerosi piccoli calcoli e fango biliare che ne obiettano parzialmente il lume. Non dilatate le vie biliari.

Premesso che chiederemo al più presto un consulto dal vivo, vorrei solo sapere voi cosa ne pensate.

Grazie, buona giornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il dolore lamentato potrebbe essere in relazione alla calcolosi della colecisti. È pero necessaria una visita chirurgica che dovra valutare le caratteristiche del dolore ed i relativi segni clinici.
[#2] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore per la repentina risposta.

Volevo solo chiederle se, almeno da quanto si evince dall'ecografia, si tratta di un urgenza oppure la situazione può essere affrontata con dovuta calma?

Il medico che ha svolto l'eco ha rassicurato che non si tratta di una situazione urgente dato che i calcoli sono molto piccoli, e quindi la situazione può essere valutata con calma.

Eventuali segni di una colecistite acuta sarebbero risultati dall'eco oppure sono necessari ulteriori esami?

Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
La colecistite acuta è accompagnata da febbre,aumento dei globuli bianchi e degli enzimi epatici cioè da tutti i segni dell'infiammazione acuta. Nel suo caso non vedo urgenza attuale.
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Cifarelli
24% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Signore,
una litiasi della colecisti con multipli calcoli di piccole dimensioni ,non va sottovalutata . Anche se la situazione di sua madre puo' essere affrontata con calma,è indispensabile un consulto chirurgico.Distinti saluti
[#5] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Grazie ad entrambi per la vostra disponibilità.

Non so se è permesso dalle linee guida del sito, ma vi chiederei se conoscete qualche centro/chirurgo che si occupi di questi problemi nella zona di Caserta.

Grazie ancora.