Utente 331XXX
Buongiorno, a mio marito, a seguito di visita cardiologica con ECG, è stato prescritto un ECG da sforzo al ciclo ergometro (per alterazione della fase di ... anteriore, non capisco la scrittura di quella parola sostituita con i puntini) ed un ecocardio doppler per prolasso della valvola mitralica. Nel
corso della stessa visita è stata consigliata un'eco della tiroide che al tatto sembra un po' "frastagliata". Tutti questi paroloni ci hanno molto spaventato: mio marito è microcitemico, da piccolo aveva un soffio, per cui è stato riformato al militare, se fa sforzi intensi diviene tutto rosso e
non mangia per svariate ore. Non ha mai fatto sport continuativamente, non fuma e non beve e non prende caffe' se non uno al mattino. Sono esami da fare con urgenza, nel senso che c'è un pericolo nel suo quadro clinico?
All'apparenza sta bene, non ha problemi di tachicardia o di altre anomalie del battito, a suo dire.
Inoltre, mia figlia è nata con la sindrome del QT lungo, anche lei visitata ad uno e due mesi, il QT da 430 era divenuto 400 ed il cardiologo ha ritenuto opportuno non procedere con ulteriori visite. Ora ha 4 anni: è il caso che le faccia fare un ecocardio anche a lei? Potrebbe avere problemi, anche in considerazione del patrimonio genetico?
Grazie mille per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Salve...
per suo marito: la parola che non ha capito, dall'esito dell'ECG, dovrebbe essere "ripolarizzazione", guardi se le assomiglia...così diventa "alterazione della fase di ripolarizzazione anteriore", si riferisce alla ripolarizzazione dei ventricoli; nulla di allarmante a mio avviso, anzi può dipendere dal prolasso, che, come penso vi avranno spiegato, non è una patologia grave anche se va controllata con tranquillità nel corso degli anni. Per la tiroide, il medico che l'ha visitata non è riuscito a delimitare bene i contorni della stessa, e quindi da qui il termine "frastagliata"; fate l'eco e poi ci farete sapere.
Dal marito mi collego alla bambina e vi chiedo: qualcuno di voi due, o nella storia della famiglia di uno di voi due ci sono storie di QT lungo o svenimenti (o altro correlabile a questa sindrome)?
Eventualmente per la bambina provo a far intervenire in questo spazio un collega Cardiologo o un Pediatra (cardiologo-pediatra sarebbe ottimo).
Fatemi sapere per il marito.
[#2] dopo  
Utente 331XXX

Iscritto dal 2007
Grazie, la parola che mancava era esattamente "ripolarizzazione" come da Lei indicato. Per quanto riguarda familiarità con QT lungo o svenimenti, non ne abbiamo. Solo mio marito spesso sviene dopo il prelievo del sangue, ma credo che non abbia alcuna attinenza. Abbiamo prenotato l'eco della tiroide, poi inseriro' il risultato. Buona giornata.