Utente 234XXX
Gentili dottori,
Mia madre a seguito della comparsa di un ittero e' stata ricoverata in ospedale per la diagnosi di carcinoma pancreatico.
Non e' stato possibile asportare la massa.
Oggi a seguito delle dimissioni abbiamo avuto gli esiti degli accertamenti tra cui l'esame citologico che recita:

Campione con artefatti da allestimento non pienamente valutabile
Il quadro citologico mostra cellule epiteliomorfe anche con dismorfismi nucleari suggestive per atipie.
Reperto non conclusivo da correlare al quadro clinico strumentale.
Si isolano cinque linfonodi con i caratteroi dell'iperplasia linforeticolare reattiva.


l'esame dei marcatori tumorali dopo l'intervento e' la seguente

alfa fetoproteina 5,0
CEA 295
CA 15.3 15,6
CA 19.9 229
CA 125 295

io ora sono un po' disorientato,perche' i medici hanno detto:noi sospettiamo che sia un tumore del pancreas dalla tac,dalla colangio rmn,pero' l'esame citologico non ci da conferme e noi non possiamo esserne sicuri.

ora la domanda e':l'oncologo come si regola?fara' fare una nuova biopsia?

come si potrebbe interpretare il fatto che 2 marcatori tumorali su 5 sono nella norma?


scusate per avervi posto questa domanda da un milione di dollari!
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Lombardi
24% attività
0% attualità
8% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Caro utente,

spesso l'esame citologico non è dirimente.. sarebbe meglio ripetere una biopsia alal testa pancreatica se possibile.
I marcatori legati al tumore del pancreas sono spesso il Ca19.9 e CEA che risultano aumentati..gli altri marcatori si usano per evidenziare l'andamento o guidare l'oncologo verso altri tipi di neoplasie.
SAluti