Utente 252XXX
Gent.mo/a,
Ho 39 anni e da quasi 4 di extrasistoli. Ho fatto diversi accertamenti per il momento negativi perchè durante i test non sono state rilevate o non in quantità significative. Il problema è che spesso, quando le ho, non ho a disposizione un ecg e soprattutto i sintomi che ho sono terribili (dolori al petto - profondi -, senso d'oppressione e di mancanza di fiato, debolezza incredibile, vertigini, ecc.). Ho notato che non c'è mai un motivo scatenante e mi vengono nei momenti più diversi spesso anche a seguito di un movimento o una risata o quando sono serenamente sdraiato sul divano. Ultimamente alle extrasistoli "secche" si stanno aggiungendo dei fenomeni che potrei definire come delle "scosse". Il momento più preoccupante è quando si presentano durante sforzi fisici quando mi sento mancare (ma non sono mai svenuto).Le conseguenze descritte durano per molte ore durante le quali avverto diverse altre extrasistoli di modesta entità.
Per dovere di cronaca soffro di MERGE, sono leggermente iperteso come tutta la famiglia, da ragazzo mi è stato riscontrato un leggero soffio e mio padre ha avuto un infarto.
Ho letto alcuni post e mi chiedo, più di ogni altra cosa se al di la di tutto, è possibile che una esofagite o una crisi di panico possano generare extrasistoli.....o se sono semplicemente sull'orlo di un esaurimento nervoso.
Grazie per l'attenzione e la cortese risposta.
Daniele

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Il reflusso gastroesofageo può scatenare episodi di extrasistolia e/o tachicardia, quindi nel suo caso penso che la sintomatologia possa essere imputata ad un problema di tipo irritativo. Se le extrasistoli dovessero diventare frequenti e fastidiose non sarebbe sbagliato eseguire un esame holter delle 24 ore per studiare in maniera piu' approfondita il fenomeno. Cari saluti, Ugo
[#2] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Il reflusso gastroesofageo può scatenare episodi di extrasistolia e/o tachicardia, quindi nel suo caso penso che la sintomatologia possa essere imputata ad un problema di tipo irritativo. Se le extrasistoli dovessero diventare frequenti e fastidiose non sarebbe sbagliato eseguire un esame holter delle 24 ore per studiare in maniera piu' approfondita il fenomeno. Cari saluti, Ugo