Utente 247XXX
Non sono sicuro che sia la categoria giusta comunque voglio fare una prova..
Ho avuto un dimagrimento rapido e drastico, di circa 25 kg, ed è da un po' di tempo che sto riscontrando diversi problemi, quali: problemi di stomaco, vado ripetute volte in bagno, dalle 2 alle 3 al giorno, ma ho quasi sempre un fastidio generale legato allo stimolo di defecare. Inoltre spesso le feci sono molto simili a diarrea.
Perdita di massa muscolare e forza, ho perso un bel po' di massa non capisco per quale motivo, con conseguente perdita di forza e stanchezza perenne..
Inoltre se corro "forte" il giorno dopo ho matematicamente dolori, mi affatico troppo velocemente cuore/polmoni, meno resistenza ossea (ad esempio i polsi nelle flessioni o nei pugno al sacco da boxe).
Ho provato un po' a cercare qualcosa ma vorrei una risposta da parte di esperti (devo anche sottopormo ad analisi del sangue e feci come minimo alla fine della scuola)..
Possibili cause che ho ipotizzato potrebbero essere "malassorbimento cellulare" (specifico di mangiare a sufficienza se non troppo), "Diarrea funzionale" o colon irritabile.
Poi ci sarebbero cose più serie ma mi sento male solo ad ipotizzare, quali la "Distrofia di Becker"... ho 16 anni quindi in teoria dovrebbe essere tardi per l'insorgere dei sintomi ma ci sono varie cose in comune, come perdita di massa e forza, massa persa soprattutto nella zona dei pettorali e dei bicipiti...
inoltre, che esami dovrei fare in una situazione del genere come controllo?
Per favore cercate di prendere il problema seriamente e di non liquidare la domanda come "fissazione" perchè sento davvero che c'è qualcosa che non va...
Grazie in anticipo!..
[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORRE ANNUNZIATA (NA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile giovanotto
dovrebbe effettuare esami del sangue : emocromo con piastrine,funzionalità' epato renale ,elettroliti sierici,esami per celiachia ,sangue occulto nelle feci,calprotectina fecale ,ecografia dell'addome .Comunque abbisogna di una valutazione clinica e di un consulto di un gastroenterologo.Si affidi al suo medico di famiglia
un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 247XXX

Iscritto dal 2012
gentile dr. pinto grazie del suo consiglio appena possibile cercherò di svolgere le analisi