Utente 252XXX
Buonasera dottore, i dolori dovuti ad una prostatite mi hanno portato ad effettuare un'ecografia di addome inferiore ed un ecodoppler testicolare, che ha rivelato un varicocele di terzo grado a sinistra e di primo grado a destra. Ora ho eseguito uno spermiogramma che ho ripetuto due volte con risultato : azoospermia. Ho eseguito anche l'analisi del sangue dal quale l' FSH è risultata pari a 41.78 mlU/ml. Potrò avere dei figli ? Ci sono cure o interventi ? grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

ora bisogna approfondire la diagnosi e fare altre indagini, soprattutto a livello citogenetico (soprattutto mappa cromosomica e microdelezioni del cromosoma Y) ma soprattutto bisogna sentire prima ed in diretta un esperto andrologo con chiare competenza in patologia della riproduzione umana.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html .

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
buonasera, come si effettuano le indagini di cui parla ? citogenetico, mappa cromosomica e microdelezioni del cromosoma Y ?
inoltre dall'articolo mi sembra di capire che si tratta di azoospermia secretiva, quindi non potrò avere figli in modo naturale.
grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

una azoospermia riconfermata da un altro esame con FSH elevato ha nessuna possibilità di essere modificata ( in questi casi il varicocele non c'entra nulla!).
la possibilità di recuperare qualche spermatozoo nel tessuto testicolare abbare abbastanza bassa ma dovrebbe, per tale finalità, consultare un andrologo che possa assisterla in questa fase
cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

Poiché le anomalie cromosomiche svolgono un ruolo di primaria importanza tra le cause di infertilità maschile in caso di azoospermia è consigliabile, come giustamente proposto dal collega Dr. Beretta, l’analisi del cariotipo e delle microdelezioni del cromosoma Y (AZF) che consente di analizzare il corredo cromosomico di un individuo a partire da un semplice prelievo di sangue.

Un cordiale saluto
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

vedo che, leggendo il link, ha compreso in parte la sua situazione clinica.

Le valutazioni genetiche, come ben detto anche dal collega Maretti, permettono di fare una diagnosi più precisa e dare ulteriori informazioni sulla prognosi e le possibilità di fare o meno un eventuale recupero di spermatozoi.

Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Gentili dottori,
grazie dei consigli, ma sono molto confuso sia per la situazione emotiva che vivo sia perchè non intravedo una soluzione alla mia azoospermia.
Sono stato dall'urologo, che mi ha diagnosticato il varicocele e consigliato di effettuare lo spermiogramma, ed in tutta franchezza mi ha consigliato di rivolgermi ad un centro per la procreazione assistita, ma comunque di cominciare la cura con Spergin forte e Ferti Plus e di pensare all'operazione per il varicocele.
Ho individuato il CPA più vicino e prenotato una visita che sarà a Dicembre inoltrato, ho cominciato a prendere bustine e pillole, ma di operarmi per adesso non ne vedo la necessità.
Vorrei ripetere lo spermiogramma a Luglio e fare le valutazioni genetiche al più presto.
Non sono sicuro di aver fatto le scelte giuste vorrei un consiglio, grazie.
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

non vedo, personalmente, alcuna indicazione ad una terapia medica per la sua azospermia.
Non credo assolutamente che operare un varicocele possa modificare la sua situazione seminale.
le ribadisco la opportunità di consultare un centro PMA che possa programmare un eventuale tentativo di recupero di spermatozoi dai suoi testicoli ( basse probabilità di successo tenuto conto dei valori di FSH) sarà in quella sede che eventualmente le verrà chiesto di effettuare indagini ormonali, genetiche che , però, non possono influenzare la strategia terapeutica
cari saluti
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

anche a me non sembra indicata, nel suo caso, una terapia medica con integratori e fattori antiaossidanti.

Non perda altro tempo prezioso, faccia come già indicate le valutazioni citogenetiche e poi bisogna risentire il suo andrologo od un altro andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Ancora un cordiale saluto.
[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

come già detto dai colleghi che mi hanno preceduto nel suo caso non sono consigliate nè terapie mediche nè terapie chirurgiche mentre come ho già sottolineato le analisi del cariotipo e delle microdelezioni del cromosoma Y (AZF) sono consigliabili.

Un cordiale saluto
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In sostanza, senza una attenta valutazione andrologica che ci dia eventuali ed altre indicazioni di fattibilità per un recupero di spermatozoi. direttamente dai testicoli, poco le possiamo dire se non che non vi è al momento un terapia farmacologica capace di superare la sua azoospermia.

Ancora cordiali saluti.
[#11] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Gentili dottori, vi ringrazio innanzitutto della disponibilità dimostrata.
Vi aggiorno sulla mia condizione:
microdelezioni del cromosoma Y effettuato non presenta anomalie;
per quanto riguarda il cariotipo sono in attesa del prelievo per il giorno 26 del mese;
mi ha visitato l'andrologo dell'ospedale del centro di fisiopatologia della riproduzione umana, che ha riscontrato un ipogonadismo ipergonadotropo e per il recupero di eventuali spermatozoi è stata programmata una biopsia testicolare e tese.
Vi chiedo se l'ipogonadismo è una condizione che mi accompagna dalla nascita o è subentrata in seguito ad un' infezione ? ci sono altre soluzioni per il recupero di spermatozoi?
grazie.
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

che le ha detto l'andrologo del Centro?

Questo giudizio mirato, che sicuramente si appoggia su una valutazione clinica diretta, è sicuramente importante e decisivo e noi potremmo commentarla e discuterla con lei.

Cordiali saluti.
[#13] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
in attesa di cariotipo e se di ipogonadismo parliamo avrà dei testicoli con un volume ridotto, e poiché ha un FSH pari a 41.78 mlU/ml, come ci aveva riportato, personalmente non ritengo opportuno procedere con la ricerca di spermatozoi nei testicoli poiché le probabilità di trovarli sono azzerate.

Ancora cordialità
[#14] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera gentili dottori, l'andrologo non è stato univoco, l'assenza di spermatozoi può essere stata causata da una parotite complicatasi in orchite ma non si ha alcuna certezza. La biopsia testicolare potrà chiarire anche questo aspetto, conoscere la causa della mia azospermia forse renderebbe la mia condizione più sopportabile.
grazie.
[#15] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
purtroppo la biopsia testicolare non arriva a fare tale valutazione.
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

La biopsia testicolare non permette di capire in modo preciso la storia che può aver scatenata la sua azoospermia ma ci dice soltanto che ad esempio non ci sono cellule della linea germinale.

Risenta ora il suo andrologo.

Cordiali saluti.
[#17] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera,
vorrei aggiornarvi sui risultati delle ultime indagini:

- l’analisi del cariotipo non presenta anomalie;

- la biopsia testicolare non ha permesso il congelamento di spermatozoi nè di forme immature;

- la diagnosi è: azospermia da arresto maturativo completo della linea germinale.

Questo stato di fatto è irreversibile, non se ne capisce la causa e non ci sono terapie.

L'arresto maturativo come e quando si è potuto verificare?

E' indipendente da cause esterne?

Vi ringrazio per la cortese attenzione.
[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

l'FSH da lei indicato e la biopsia testicolare ci confermano che lei ha avuto un importante problema a livello dei tubuli seminiferi con un loro danno irreversibile.

In questi casi spesso, se non si hanno ricordi o dati significativi nella sua storia clinica o altri dati clinici mirati, come è nel suo caso, sappiamo che al momento non esiste alcuna terapia mirata.

Cordiali saluti.
[#19] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
come le avevo anticipato in precedenza ".....poiché ha un FSH pari a 41.78 mlU/ml, come ci aveva riportato, personalmente non ritengo opportuno procedere con la ricerca di spermatozoi nei testicoli poiché le probabilità di trovarli sono azzerate."

Sì è irreversibile e purtroppo non esistono terapie.

"L'arresto maturativo come e quando si è potuto verificare?" Se non erro il suo andrologo le aveva promesso che la biopsia testicolare le poteva chiarire questo aspetto, ma purtroppo questo non è possibile.

L'unica possibilità è procedere, in terra straniera, con una inseminazione eterologa (seme di donatore in una banca del seme.)

Cordialità
[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Risenta comunque sempre il suo andrologo di riferimento, prima di iniziare un percorso un pò complesso, complessità legata alla presenza di una legge ideologica e stupida sul nostro territorio nazionale.

Cordiali saluti.