Utente 252XXX
Lunga storia piena di rimorsi.
Ora ho 23 anni. A 17 anni trovavo il mio pene che curvava verso giù di un 50 gradi ad arco perfetto trovavo il mio un difetto estetico che mi dava qualche problema, soffrivo di fumosi e non riuscivo ad avere rapporti.
Mi sono rivolto ad un urologo che attraverso una mia foto mi disse che la mia idea di operarmi di corporoplastica era sensata (non ho mai avuto visite dirette mai abbassato una volta i pantaloni!)
Il primario del reporto di andrologia vedendo la foto diede il via libera per farmi operare dal giovane 50enne urologo.
Corporoplastica secondo nesbit, 5 incisioni, punti semipermanenti che tutt'ora si sentono al tatto e si vedono.
La correzzione è stata corretta, accorciamento da 18 a 16cm ma il pene ha sulla parte media superiore (i punti di incisione) un rilievo in negativo.. una depressione.
Poco male.
Appena operato ho fatto sesso senza problemi che mi ricordi, sarà che finalmente a 18anni potevo fare sesso dato che prima non potevo perché soffrivo di fumosi!
Ma dall'anno dopo in poi ho iniziato ad avere un decrescendo di erezione...
Mi spiego.. mi eccitavo ma solo con stimolazione meccanica, un semplice evento eccitante non mi garantiva una erezione "rock solid" ma non credevo di avere alcun problema.
Aggiungo che in seguito a masturbazioni particolarmente potenti mi si formava un Edema attorno alla circoncisione molto brutta esteticamente! molta paura ma ho capito che non dovevo più pasticciarmelo ma farmi masturbazioni più normali e sane.
A 21 anni i primi segni di cedimento.. quel paio di volte ho creduto di soffrire di ansia da prestazione saltuaria perché non riuscivo a mantenere erezioni. Ma non credevo minimamente di aver problemi. Nonostante questo le mie erezioni non erano il massimo ma la masturbazione era perfetta quindi nessun particolare problema.
UN ano di astinenza da scarsa libito mi faceva dire che ero solo un tipo serio, ma poi ho avuto una ragazza per un anno, e qui lei mi ha messo difronte ad evidenza rimostrando che quello che io credevo fosse normale non lo era.
Per quanto una situazione possa essere eccitante io ho erezioni, ma solo con stimolazione meccanica e solo se sdraiato o seduto. Una situazione eccitante mi fa avere un blando effetto barzotto, e se mi alzo in piedi perdo in 5 secondi l'erezione.
Questo anche senza presenza altrui quindi non è ansia.
Se mi masturbo da seduto ho erezioni mediocri che possono sfociare ad una erezione durissima, che non vedo mai in un rapporto dato il non star seduti.
E da anni se smetto la masturbazione l'erezioni si perde subito.
Inoltre dopo una masturbazione prolungata sia con coito che non il mio pene lo sento un po' "morto" sensazione come se lo avessi stropicciato troppo e difficilmente riesco ad avere altre erezioni durante la giornata
Altre particolarità: quando prendo il sole provo facilmente erezioni spontanee cosa che non ho mai in altre situazioni. unica situazione di spontanee è dentro l'acqua.
Sarà un problema post-operazione?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

lasci perdere l'operazione perchè nessuna correlazione seria può essere fatta in questo senso e si concentri su altre possibili cause, soprattutto psicologiche e/o relazionali.

Comunque ora bisogna sentire un diretta un esperto andrologo e con lui iniziare a fare un percorso diagnostico mirato per arrivare ad una precisa diagnosi della causa del suo attuale problema sessuale.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Mi assicura che la corporoplastica non possa portare deficit da erezione come problema di un eventuale errore di operazione?
La mia idea ad oggi è una insufficienza venosa perché l'afflusso del sangue viene persa immediatamente.
Non è una questione di relazione, anche con la masturbazione, per quanto eccitato, appena mi alzo in piedi diventa impossibile mantenerla.
Non ho erezioni notturne se non un parziale flaccidume e non è minimamente come il prima operazione.Sia con partner che non la mia risposta del pene è esattamente identica. Finche c'è una masturbazione meccanica dopo molto riesco ad essere duro ma difficilmente arrivo a quello stato.
Solitamente il coito avviene a pene paerzialmente duro proprio perche non funziona più qualcosa...
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se lei ha un deficit dell'erezione su base vascolare naturalmente la cosa è tutta da provare ma molto improbabile il collegamento che lei fa con l'intervento di corporoplastica fatto quasi sei anni fa!

Senta ora in diretta un esperto andrologo.

Ancora cordiali saluti.