Utente 180XXX
Buongiorno.
Da diversi anni (dal 2007) avverto periodici battiti irregolari, a volte singoli, più raramente in sequenza di 7/8. Si verificano in diverse situazioni: a riposo, dopo sforzo, durante uno sforzo (anche di lieve entità), in piedi, da seduto, alzandomi, al lavoro davanti il PC, a volte sdraiato, ecc.
Lì osservo più facilmente il giorno seguente ad una notte dove ho dormito poco e/o male (ultimamente accade molto frequentemente, dopo colazione/pranzo/cena, dopo la doccia/bagno.
A memoria lì ricordo da quando, circa nel 2007, ho iniziato con lavori sedentari e (sempre in quel periodo) mi è stata diagnosticata la colite ulcerosa. Da allora anche fisicamente sono progressivamente andato fuori forma, perdendo massa magra e resistenza all'affaticamento. Dallo stesso periodo ho avuto sporadici episodi di reflusso trattati con Gaviscon all'occorrenza.
Nel 2008, dagli esami del sangue, si è evidenziata una situazione borderline per ipotiroidismo, che al momento sembra rientrata, anche se proseguo con i controlli periodici.

Di seguito invio il referto dell'holter effettuato recentemente:
Indicazioni: tachiaritmia
Terapia: Pentasa compresse 500mg x2, En gocce

REPORT FINALE
Totale QRS: 99747
Durata registrazione: 23 ore, 54 min
Dati analizzati: 23 ore, 54 min

Report Freq. Card.:
F.C. Min.: 45 alle 02:12:05
F.C. Max.: 125 alle 08:18:55
F.C. Media: 70

Episodi di tachicardia/bradicardia:
Tachicardia più lunga: --
Tachicardia più veloce: --
Bradicardia più lunga: --
Bradicardia più lenta: --

Battiti sopraventricolari:
F.a. (Durata%) / Max. Freq. Media: (0) / 0 BPM
Singoli: 9
Coppie: 0
Runs: 0

Battiti ventricolari:
Singoli: 3
Coppie: 0
Runs: 0

Variabilità RR:
%RR>50: 15%
rms-SD: 41 ms
Magid SD: 82 ms
Kleiger SD: 167 ms

Variazione ST: V1/Ore: V5/Ore:
Max Sottosliv. (µV): -12 / 04:16:53 -25 / 10:21:53
Max Soprasliv. (µV): 50 / 11:11:53 112 / 00:26:53

Pause:
RR più lungo: 1.46 sec alle 01:50:35
#RRs > 2,0 sec: 0

Commento:
Ritmo sinusale con fisiologiche variazioni della frequenza cardiaca.
Sporadici battiti prematuri ventricolari isolati.
Sporadici anche i battiti prematuri sopraventricolari isolati.
Non alterazioni ST significative.

---

Di seguito il referto dell'ecocardiogramma:
AS di normali dimensioni (23 ml/m2)
VS di normali dimensioni e funzione sistolica complessiva (VDT 57 ml/m2, FE 65% DtD 46,7 mm, massa M-mode 74 g/m2, RWT 0,33). Non alterazioni della cinetica regionale. Valvola aortica triocuspide con normale escursione sistolica. Lieve prolasso della mitrale. Sezioni destre nei limiti (qualitativo).
DOPPLER: mitrale E tricuspide: REFLUSSO +/-, PRESSIONE SISTOLICA IN vD 18 MMhG. Funzione diastolica normale (e/a 1,67, e/E' medio 6)

Il cardiologo ha evidenziato elevata T in V2 e V3 e consigliato test da sforzo.

Vorrei chiedere il significato della T elevata e cosa è possibile fare per capire l'origine di questi sintomi che gli esami non evidenziano, ma io avverto con preoccupazione, non sapendo a cosa sono dovuti.

Saluti,
Andrea

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
dagli esami effettuati non si evincono particolari problemi cardiaci, nè viceversa l'alterazione elettrocardiografica riscontrata è indicativa di una particolare patologia. Il test da sforzo è utile, in generale, per valutare correttamente la sua perfomance cardiaca in maniera più specifica e per avere un quadro generale definitivo della funzionalità cardiaca. Non stia in ansia perchè non v'è alcun motivo.
Saluti