Utente 253XXX
Gentilissimi Esperti,
la mia richiesta di consulto attiene ad una fattispecie verificatasi negli ultimi mesi più volte: 4 volte nelle ultime settimana.
In situazioni di apparente calma (alla guida o in ufficio) mi capita di avvertire un'improvvisa fame d'aria, a seguito mi controllo il polso e avverto una sensazione di "battiti mancanti" che innesca una sorta di "scossa" o sussulto, che si risolve in una sensazione di calore alla testa e tachicardia.
Soffro inoltre di tachicardia mattutina, non sdraiata ma appena alzata, che si placa nel giro di un paio d'ore. Mi chiedo se questo problema possa essere causato dalla pressione bassa. (110/60) Postmetto che ho effettuato gli esami alla tiroide (negativi), due ecocardio (negativi, anche se il primo Dottore che mi visitò auscultandomi parlò di prolasso), un holter che ha evidenziato frequenti tachicardizzazioni sinusali diurne e un solo BEV. Tutti questi sintomi sono spesso accompagnati da dolori atipi al petto e debolezza.
Sono un soggetto ansioso ma ciò che più mi preoccupa è quella sensazione di sussulto che si accompagna all'assenza momentanea di polso.
Grazie della cortesia e dell'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
è del tutto verosimile che il suo stato ansiogeno determini la comparsa della tachicardia e di extrasistolia presumibilmente benigna. Esegua un test da sforzo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
il test da sforzo a cosa sarebbe utile? Non l'ho fatto poichè ho effettuato l'holter mentre svolgevo attività fisica (equitazione).

Grazie