Utente 588XXX
Salve, da un po' di tempo sto iniziando a informarmi su un problema del mio mignolo della mano destra, che, se ho ben valutato, risulta essere un dito ippocratico: l'ultima falange, infatti, appare più gonfia e l'unghia è curvata. Premetto di avere 24 anni e di essere sicuro di avere questa deformazione da almeno 12-13 anni (se non più). Negli ultimi anni (dall'adolescenza in poi) sono sicuro che il suo aspetto non si sia modificato, ovvero lo spessore non è con il tempo aumentato.
Ho letto in giro che spesso queste deformazioni sono la conseguenza di patologie polmonari o cardiopatiche, ma io non penso di essere affetto da nulla di tutto ciò. Ho letto anche di una possibile relazione con alcune forme tumorali.
Volevo dunque chiedere se potrebbe essere semplicemente una malformazione congenita, visto che interessa un solo dito ed è "stabile" da molti anni (e potrebbe esserlo da una vita) o se invece la situazione potrebbe peggiorare all'improvviso. La mia situazione è delicata in quanto sono un musicista.
Volevo anche sapere a chi rivolgermi esattamente e che test effettuare eventualmente.
Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Direi che le sue deduzioni sono esatte. Tale conformazione in forma isolta (riguardante un solo dito) è semplicemente una forma congenita senza alcun significato clinico. Molto spesso è conseguenza di un trauma passato misconosciuto alla base dell'unghia.
Non credo che la sua situazione possa peggiorare e, da musicista, mi sento di rassicurarla: non credo che un dito ippocratico possa in qualche modo inficiare la sua attività.
Tanti auguri
[#2] dopo  
Utente 588XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille per la risposta solerte e precisa! Arrivederci!