Utente 839XXX
Salve,
grazie per il servizio innanzitutto .
Ho avuto un rapporto con un amica, che non è proprio una santa diciamo, e quindi mi sono protetto con il condom, solo che è successa una cosa durante il rapporto:
lei si bagnava le mani con la saliva per inumidire la vagina.Il problema che mi ha afflitto è, che poi questa persona, quelle stesse mani le ha utilizzate per masturbarmi e per infine penetrarmi con un dito nell' ano per tentare un massaggio prostatico "se così si può definire" , insomma una persona vivace. Il mio timore è che quel dito dentro il mio ano possa costituire una minaccia per la trasmissione di malattie veneree come hiv dato che i tessuti della superficie del retto sono più fragili, e inoltre c' è da considerare che con le mani sporche mi masturbava il pene, quindi c' è stato un contato indiretto (ovvero NON da mucosa mucosa) tra le sue mani e il mio pene e dito-ano. La domanda è :s ono a rischio?Mi devo fare il test dell hiv?
Vi ringrazio, grazie per la pazienza...ritengo sia spiacevole che ci si debba preoccupare del sesso quando questo è un dono di Dio, magari bisognerebbe farlo con la persona giusta...ma a trovarla!!!!!
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Come noto il massimo rischio è un contagio con materiale ematico infetto che penetra nel torrente circolatorio ospite tramite lesioni cutanee e/o mucose del soggetto sano.
Altri liquidi biologi (come la saliva) hanno una carica batterica bassa e pertanto decresce notevolmente il rischio (ma non scompare).

Semprechè questa persona, sia davvero infetta!

Cordialmente