Utente 990XXX
Buongiorno,
mi figlio mi ha confidato recentemente (ha 30 anni), di avere un pene piccolo, cioè corto e sottile ma ben proporzionato. Come lunghezza sarà in erezione 10-11 cm appena. Ora non ha alcun problema ad avere un rapporto sessuale normale ma quello che vorrei sapere è, se col passare degli anni potrebbero verificarsi problemi nell'erezione. E poi se questa caratteristica del pene piccolo potrebbe essere trasmissibile da padre in figlio. Se dovesse avere un rapporto con una donna, la partner potrebbe avere un rapporto sessuale insoddisfacente con quel pene? Mi scuso per le varie domande.
Grazie per le sue gradite info.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettrice,

impossibile caratterizzare il "pene piccolo" come lo definisce lei come un elemento a trasmissione ereditaria; piuttosto, sono trasmissibili le cause che su base ormonale-più spesso- possono caratterizzare il pene piccolo come elemento di una sindrome, cioè all'interno di segni e sintomi di particolari disturbi.

comunque, tornando al caso clinico, in realtà le dimensioni del pene in erezione riportate non precludono i rapporti sessuali nè l'erezione, nè sono premessa di deficit erettivo futuro.

chiaramente resta da definire nell'ambito di una corretta visita andrologica tutta la integrità sessuale e-vista la giovane età- anche riproduttiva di suo figlio.

perciò, sempre, vista anche la delicatezza della materia, valutare i dati mediante una visita andrologica de visu.

cordialità