Utente 252XXX
Gentili dottori,
dopo aver concordato con visite urologiche e dopo aver sentito il parere di vostri colleghi via web, come potete notare dai consulti precedenti, che c'è un problema psicogeno alla mia disfunzione, è normale sentire un certo fastidio alla base del pene (tra l'asta e i testicoli) prima di un'erezione?
Tra l'altro noto sempre che in erezione il glande è secco con pallini su di esso, difficoltà nello scorrimento (rimane attaccato) e mancanza di lubrificazione.
Aggiungo che svolgo molta attività fisica (quasi tutti i giorni), alimentazione abbastanza corretta, fumo un pacchetto di sigarette al giorno in questo periodo "pesante".
Grazie in anticipo...

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la domanda fondamentale cui bisogna rispondere è se lei sta seguendo una qualche forma psicoterapeutica per il suo problema. Poichè dal suo post si evince una auto-osservazione genitale (fenomeno dello "spectatoring") che ma si attaglia con la ripresa della funzione erettile. Detto questo smetta di fumare, perido pesante o meno, utilizzi olio di mandorle dolci in acqua tiepida per igene intima tre volte al giorno (evita secchezza) e non dia peso a quelle "cosucce" di poco conto che sono ghiandole sebaccee.
[#2] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Si dottore ho consultato un neurologo-psicologo, che comunque ha notato il mio stato ansioso, prescrivendomi il depas e cymbalta con i quali dovrei abbassare i livelli di ansia...
Non ho ancora iniziato una psicoterapia vera e propria...
Secondo lei dottore (che mi sembra molto qualificato), va bene proseguire una psicoterapia con un neurologo-psicologo (che comunque ha 30 anni di esperienza nel campo) oppure devo cercare una specialista in sessuologia?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
caro signore,
neurologo è un conto, psichiatra è un altro, psicologo un altro ancora. Neurologo c' entra poco con il suo problema., Le due altre figure sono indicate a seconda dei suoi livelli ansiosi, che di qua non riesco ad apprezzare. Si consigli con il medico di base.
[#4] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Ok dottore tra un po dovrei fare una visita da uno psicologo vediamo cosa riusciamo a risolvere... comunque vi terrò aggiornato.
Grazie...arrivederci
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
faccia sapere se vuole.