Utente 253XXX
Salve,

Da circa un mese provo un dolore interno all'altezza del glande in maniera non costante. Si presenta ad esempio esercitando una pressione con le dita (generalmente al momento del rilascio), indossando dei pantaloni stretti o con un'erezione particolarmente prolungata. In effetti a causa di un problema che ho ad eiaculare, capita frequentemente che il coito mi duri anche un'ora e mezza. Non ne ho la certezza ma mi sembra di ricordare che i dolori si siano presentati la mattina dopo un rapporto.
Sono andato da un andrologo che inizialmente,pensando ad una infezione, mi ha fatto assumere Oki per 3 giorni, dopodiché mi ha fatto fare un'ecografia peniena che però non ha rilevato niente di strano.
Anche esternamente il pene non presenta alcuna alterazione.
Cosa potrei fare?

Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
caro signore,
il dolore/ipersensibilità al glande si manifesta per infiammazioni locali o prostaiche o uretrali o per fenomeni ansiosi. Provi a risentire il collega. Per intanto usi olio di mandorle dcolci in acqua per igene intima e un po di sollievo lo avrà.
[#2] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la risposta, intanto vedrò di procurami questo olio di mandorle dolci.