Utente 231XXX
Salve dottori, vi espongo il mio dubbio:
Ho sempre sofferto fin dai primi rapporti di e.p, ho provato varie strade per risolvere questo problema: psicologo, frenuloplastica, priligy, crema emla e le uniche cose che sono servite sono emla e priligy... girovagando su internet ho sentito parlare degli esercizi di kegel e ho iniziato a farli per alcuni mesi, le cose che ho notato sono le seguenti:
- l'erezione è aumentata notevolmente
- durante il rapporto sento comunque lo stimolo ad eiaculare in fretta (dopo circa 1 minuto) però se mentre sto per avere l'orgasmo contraggo al massimo il muscolo allenata riesco a bloccare l'eiaculazione e ad avere comunque l'orgasmo, questa cose mi permette di continuare per un buon 20 minuti senza lo stimolto ad eiaculare nuovamente e riuscendo comunque a mantere l'erezione.

Secondo il vostro parere medico, posso considerare risolto il mio problema con questo metodo? il fatto di trattenere l'eiaculazione avendo comunque l'orgasmo può essere pericoloso? Grazie mille in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

avendo avuto il privilegio di essere in un gruppo di persone che attraverso gli esercizi di kegel ha risolto il problema dell'eiaculazione precoce, le consiglio di continuare con tali pratiche. Inoltre lla nuova situazione sex le aumenterà nel tempo la sua autostima agendo in modo positivo anche sul versante psicologico.

Un cordiale saluto

[#2] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
grazie mille dottore! però non mi ha risposto alla domanda che mi preoccupa di più! il fatto di bloccare l'eiaculazione avendo comunque l'orgasmo (quindi orgasmo senza fuoriuscita di sperma) può causare qualche problema a livello fisico a lungo andare?
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
varie volte abbiamo risposto alle sue richieste.
Che tipo di lavoro ha fatto con lo psicologo e che formazione aveva lo psicologo che l'ha seguita?
Mi scusi,ma la sessualità non è correlabile soltanto alla ginnastica pelvica o al muscolo pubococcigeo, ma a tantissimo altro.
Le cause psicogene correlate all'e.p, sono veramente tante e si perpetuano nel tempo, se non affrontate e risolte.
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

Mi sembrava di essere stato chiaro affermando che puo`continuare gli esercizi, infatti se riesce ad avere l`orgasmo senza eiaculare cio`non dovrebbe provocare alcun danno a livello fisico.

Cordialita`
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

si rilassi e segua le sagge indicazioni datele dal collega Maretti.

Quando indicazioni comportamentali relativamente semplici, come quelle indicate negli esercizi di Kegel, migliorano la risposta sessuale di un uomo ciò già di per sè costituisce un fattore di ulteriore rassicurazione e miglioramento per la futura attività sessuale.

Detto questo poi l'unica cosa che non mi è chiara è invece un suo riferimento ad "un'eiaculazione avendo comunque l'orgasmo (quindi orgasmo senza fuoriuscita di sperma)"; questo non è era contemplato da kegel e da chi ha poi ulteriormente proposto tecniche vicine .

Comunque, se desidera avere più informazioni dettagliate sull'eiaculazione precoce e relative terapie, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html .

Ancora cordiali saluti.



[#6] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Dr. Beretta intendo proprio quello che ho scritto, ovvero riesco a provare l'orgasmo e stringendo forte i muscoli pelvici riesco a bloccare la fuoriuscita di sperma. Ovvero non riesco ad evitare di provare l'orgasmo (l'e.p in sostanza rimane) però blocca la fuoriuscita di sperma. Così facendo dopo il primo orgasmo (senza eiaculazione) riesco a durare molto prima di arrivare al secondo (con eiaculazione). Mi chiedevo appunto se tale "tecnica" fosse pericolosa...
[#7] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Tale tecnica non esiste, per questo le tecniche valgono, slo all' interno di protocolli terapeutici e, soprattutto con un clinico, ben formato, di riferimento.
[#8] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

a 21 anni si ha la capacità di avere una erezione quasi immediatamente dopo averne avuta un'altra. E' classica la conoscenza di olti giovani che hanno un rapporto sessuale con la loro donna dopèo essersi masturbati, in modo da avere una eiaculazione meno veloce.
Il sovvertire i meccanismi "fisiologici" puo' sempre essere rischioso . Nel passato c'erano umomini che dopo un lauto pranzo, si infilavano due dita in gola, vomitavano, svuotavano lo stomaco ed erano pronti a mangiare di nuiovo. Ci sono uomini che, affetti da patologie prostatiche si sorzano di non urinare, così facendo "sfiancano" la vescica che perde la sua capacità di contrarsi per espellere le urine...
Ho avuto modo di vedere alcuni pazienti che per evitare la eiaculazione all'esterno possono indurre reflussi nei dotti prostatici con segni di infiammazione prostatica..
questi sono i motivi che non mi vedono fautore di tali tecniche "yoga" che potrebbero farti camminare sui carboni ardenti o non dormire per.......
Cerchi un andrologo che la possa aiutare concretamente e direttamente.
Il web, da solo, è pieno di insidie
cari saluti
[#9] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
quindi mi consiglia di continua o con priligy o con emla evitando tale pratiche?
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non so chi le ha indicato di seguire tutte queste strategie terapeutiche, a cui lei fa riferimento, soprattutto la tecnica, da lei riferitaci, che non è sicuramente quella indicata da Kegel.

Detto questo poi non si pasticci e non perda altro tempo prezioso; ora senta in diretta un esperto andrologo.

Cordiali saluti.